Tra le caratteristiche che contraddistinguono un cane, certamente la fedeltà è quella che occupa la prima posizione, la lealtà in ogni occasione e condizione che l’animale mette in atto nei confronti del suo amico umano. Un affetto e un’abnegazione difficili da emulare. Ed è ciò che devono aver pensato i passanti e i soccorritori, testimoni di un atto di grande amore senza pari. Il giovane Leonardo Valde, di soli 23 anni, si è trovato vittima innocente di un incidente stradale mentre era a passeggio con il suo amato cane Doki. Il ragazzo è stato investito da un veicolo a pochi passi dalla sua casa a Concepción in Cile, morendo tristemente sul colpo.

Quando i soccorritori sono giunti sul posto hanno potuto constatare il decesso di Leonardo, ma anche la presenza del cane al suo fianco. Doki, visibilmente addolorato dalla perdita, non ha voluto abbandonare il corpo del suo proprietario facendogli silenziosa compagnia. E anche dopo i controlli di rito, con un telo a coprire il corpo di Valde, Doki non ha abbandonato la sua postazione, forse nella vana speranza di un risveglio miracoloso. I presenti sul posto hanno potuto confermare la silenziosa fedeltà del quadrupede, mentre l’immagine di Doki che osserva tristemente il corpo inerte del proprietario è divenuta velocemente virale.

Dopo il recupero della salma i passanti e gli utenti della rete si sono chiesti che fine avesse fatto Doki, quale futuro per tanto amore. Ma la famiglia di Leonardo ha confermato di aver recuperato l’amabile quadrupede diramando alcuni scatti molto delicati, dove Doki è presente alla veglia funebre del suo proprietario. Un legame molto forte, profondo, un sentimento unico quello tra il cane e il suo giovane amico che purtroppo è stato spezzato da un drammatico incidente. I familiari sono comunque certi che Leonardo veglierà su di loro, ma in particolare camminerà per sempre al fianco di Doki.

20 aprile 2016
Fonte:
I vostri commenti
alessandra, mercoledì 20 aprile 2016 alle19:13 ha scritto: rispondi »

incommensurabili creature soprannaturali...

Lascia un commento