Cane: l’esercizio più adatto per il suo benessere

Cani e movimento: un binomio utile, interessante e spesso necessario per conservare la salute dell’animale, mantenendo le capacità di sgambata e il benessere delle articolazioni. Ogni quadrupede si avvicina all’attività fisica in base alla propria predisposizione personale: molte le razze che amano nuotare, oppure correre e saltare, tante quelle idonee per l’agility, mentre quasi tutte apprezzano il movimento anche se con intensità e impegno differente. Comprendere la singola attitudine è utile e necessario, così da creare un programma di allenamento personalizzato che tenga conto dell’età e della salute del cane.

Nuoto

L’acqua svolge un’azione positiva sul cane, ma non tutti i quadrupedi di affezione sanno nuotare: spesso a bloccarli è la loro conformazione fisica che rende disagevole il movimento e la respirazione. L’istinto è quello di muovere le zampe, una volta in acqua, mentre alcune razze sono maggiormente predisposte per il nuoto e per questo utilizzate come animali da salvataggio. Ma per favorire un approccio positivo è bene non forzare l’animale, assecondandolo e incoraggiandolo, e se necessario aiutandolo con un salvagente per cani. Se la cute è delicata, è necessario proteggerla con una crema apposita prima di esporla al sole e al riverbero dell’acqua, aiutando il cane nella pratica natatoria con esercizi facili e magari un corso specifico.

=> Scopri come insegnare a nuotare al cane


Agility

Agility cane

Sono molte le razze specifiche e idonee a praticare l’agility, ma con un buon periodo di training anche un meticcio potrebbe diventare un campione. Meglio proporre la pratica solo a cani vogliosi di correre, scatenarsi nelle salite e nelle discese, e desiderosi di sfogare tutta l’energia immagazzinata in corpo. L’agility dog necessita di un percorso di addestramento ed educazione da affrontare in coppia con il proprietario, sotto la guida di un valido esperto di settore.

Corsa

Se Fido non ama la piscina e neppure i percorsi di agility, potrà semplicemente sfogare la sua energia al parco di zona. Corse veloci e giochi con i propri simili non potranno mancare, come le sgambate per il quartiere che lo aiuteranno a mantenersi in allenamento, tenendo in forma ossa e articolazioni. La sgambata dovrà avvenire durante le ore più fresche, specialmente in estate, così da proteggerlo dall’afa e dai colpo di calore.

=> Scopri come correre con il cane


Incentivazione

Cani e corda

Spronare Fido all’esercizio può risultare utile, specialmente se l’animale ha accumulato chili in eccesso e deve dimagrire. Ma non dovrà mai risultare un atto imposto in modo coercitivo, senza rispettare le sue condizioni fisiche e di salute, quindi la sua età. In affiancamento non dovrà mancare una buona alimentazione, equilibrata e salutare, che potrà offrire ricarichi energetici importanti per affrontare le sessioni di esercizio.

Passeggiata

Se il cane preferisce sgambare in modo tranquillo e passeggiare in serenità è una forzatura spingerlo verso l’attività ginnica, si possono alternare lunghi momenti di placido relax con qualche periodo breve di attività utile a sfogare stress e ansia. Vietato obbligare, ma è bene rispettare tempistiche e necessità del quadrupede, per risultati graduali ma continui.

6 luglio 2018
Lascia un commento