Il cane Carmen ha protetto con il suo corpo e il suo amore il proprietario, Ben Ledford dell’Ohio, da un incendio improvviso esploso in casa. All’arrivo dei vigili del fuoco l’esemplare di razza Boxer è stato individuato mentre, con il corpo, schermava il volto dell’uomo dal fumo e dalle fiamme. I soccorsi tempestivi, attivati da due membri della famiglia e dal vicinato allarmato, però non hanno potuto nulla per il proprietario di soli 33 anni, spirato poco dopo l’arrivo in ospedale. Carmen è stata subito visitata e attaccata a un respiratore artificiale, il gas e il fumo inalato hanno reso critiche le sue condizioni.

Infatti l’animale, nonostante un buon 50% di possibilità di riuscita, è comunque impegnata a lottare per la sopravvivenza. I veterinari che la stanno curando pensano possa probabilmente superare la situazione critica, infatti il quadro attuale pare sia leggermente più disteso e sereno. La scelta di ventilare l’animale è stata decisiva, al contrario non avrebbe sicuramente superato la prima notte. Marlo Anderson, medico veterinario del centro dove è ricoverata Carmen, è certo che il cane debba la sua sopravvivenza proprio al suo istinto personale. La sua indole, che l’ha spinta a proteggere anche il proprietario, le ha consentito di rintanarsi verso la zona più protetta dell’abitazione invasa dalle fiamme.

Molti animali, in un momento di crisi, si danno alla fuga in cerca di protezione. Altri invece cercano di comprendere la situazione e agiscono seguendo l’istinto che li spinge a salvare loro stessi e i membri del loro branco, che siano cuccioli o esseri umani che considerano come parte attiva della famiglia. Non è un gesto anomalo o inconsueto, piuttosto una pratica diffusa che sottolinea il forte legame che si crea tra cane e proprietario. Per il momento Carmen, che ha nove anni, è costantemente monitorata e seguita, ma nonostante la condizione critica cerca di interagire positivamente con lo staff medico che la sta curando.

10 febbraio 2015
Fonte:
Lascia un commento