Accudire un animale domestico può essere un investimento non da poco per una famiglia, così come prova anche una recente ricerca sui prezzi della spesa veterinaria, condotta da Aidaa. E, proprio in questo frangente cane e gatto potrebbero essere nuovamente contrapposti: chi dei due, infatti, pesa maggiormente sul budget familiare?

Cane e gatto hanno ovviamente delle necessità diverse, quindi il confronto potrebbe risultare fin troppo azzardato, almeno a livello di prezzi. Tuttavia, secondo un’indagine condotta dagli esperti dell’ASPCA, l’American Association for the Prevention of Cruelty on Animals, non vi sarebbe poi così tanta differenza nei costi di cura e mantenimento fra le due specie.

Sebbene il cane risulti essere l’animale più costoso in termini di accudimento, il gatto non rimane di certo a guardare. In cibo, visite veterinarie e giocattoli, ogni anno Fido richiede dai 580 agli 875 dollari, a cui si aggiungono le eventuali spese per training e toilettatura, ovvero altri 1.314-1.843 dollari. Il gatto, invece, ha bisogno di 670 dollari l’anno per alimentazione, cure e svago, a cui si aggiungono altri 1.035 dollari per l’accudimento del manto. Una cifra che va sicuramente a favore del micio di casa, ma non poi così lontana dai cugini canini.

La scelta tra cane e gatto, perciò, non può essere fatta sulla base di un fattore economico, perché non esiste una differenza così marcata fra i due. Il criterio deve essere allora quello del gusto personale e, soprattutto, della responsabilità. Un animale domestico è un nuovo membro della famiglia a tutti gli effetti e, proprio come un figlio, necessita di attenzioni e cure costanti. Anche qualora queste risultassero fin troppo esose.

6 settembre 2012
Lascia un commento