Quella che avrebbe potuto trasformarsi in una morte lenta e dolorosa, si è invece conclusa in un’adozione felice a diverse migliaia di chilometri di distanza. Roo, un cane di razza mista dal manto nero, era stato trovato agonizzante accanto ai binari del treno e con le zampe anteriori quasi completamente amputate. Probabilmente picchiato selvaggiamente e brutalizzato con una vanga, tanto da rimanere per terra per alcuni giorni. Solo il passaggio tempestivo di alcuni volontari aveva interrotto quella fine dolorosa, consegnando il cane a cure migliori. Trasportato dalla natia Romania fino all’Inghilterra, grazie a un’associazione caritatevole, il piccolo animale ha trascorso otto mesi passando da uno stallo all’altro. Un circolo vizioso che si è fortunatamente interrotto, grazie all’incontro con la quarantaseienne Joanne Moetaz.

La donna aveva raggiunto la casa di una volontaria a East Cowes, nell’Isola di Wight, per inserire il microchip al suo cane più giovane. E all’interno dell’abitazione ha potuto imbattersi in Roo che, nascosto timidamente dietro il divano, si era affacciato per cercare una carezza e leccare la mano di Joanne. Alla fine il chip non era necessario, perché il cane ne era già provvisto, ma forse il destino aveva mosso volontariamente le acque per permettere alle loro strade di congiungersi. Dal momento dell’incontro la donna non è riuscita a dimenticare Roo e, con il supporto del marito e dei tre figli, ha adottato l’animale dopo aver testato l’affinità con gli altri due quadrupedi di casa.

Roo è un essere socievole e pieno di vita e, nonostante la sua disabilità, ama giocare sulla spiaggia con gli altri cani di casa. Quindi sonnecchiare sul letto in attesa del cibo o delle coccole. Si mostra nervoso solo se c’è molta confusione e davanti alle figure maschili, cosa forse riconducibile al suo triste percorso. Grazie a una raccolta fondi su Go Found Me, lanciata per l’acquisto di un carrellino particolare, la cifra iniziale di 460 sterline è stata positivamente raggiunta e superata. Ora la famiglia punta alle 2.000 sterline per consentire al cane di seguire apposite cure ortopediche, così da indossare e utilizzare il carrellino nel modo migliore. Uno strumento fondamentale che impedirà sforzi ulteriori alla sua spina dorsale e senza affaticare il cuore.

13 aprile 2016
Fonte:
Lascia un commento