Cane corre per la prima volta dopo anni a catena

Peanut, un adorabile cucciolone di soli tre anni, ha trascorso tutta la sua vita a catena corta. È rimasto legato a una casetta fatta con assi improvvisate, un maldestro riparo, posizionato nel retro di un casa in Pennsylvania, negli Stati Uniti. Una zona rurale dove i cani sono ancora poco considerati, solo come guardiani da legare alla cuccia. Ma le sorti del piccolo quadrupede sono cambiate quando una parte del recinto è crollata, mostrando al vicinato la sua quotidianità. In molti hanno segnalato la situazione al gruppo HOPE for Erie Animal Wellness, esperto in recupero e cura di animali bisognosi. Ma la distanza ha impedito un intervento rapido e veloce, perché fuori zona. Così Russelline Steinbuhler, madre di una volontaria del gruppo e di casa nei pressi dell’abitazione di Peanut, ha deciso prestare personalmente soccorso.

Dopo un rapido sopralluogo, la donna ha deciso di farsi coinvolgere dalla situazione, aiutando Peanut e la sua famiglia. Dopo aver socializzato con i proprietari, la donna ha compreso la buona fede degli stessi che, per mancanza di informazioni e abitudini locali, non hanno mai valutato accuratamente la vita del cane. Non considerando lesiva o sofferente una vita a catena, in un luogo dove questa è la regola. Russelline, con pazienza e gentilezza, ha offerto il suo aiuto spiegando come migliorare le condizioni di vita dell’animale. E così, in breve tempo, il quadrupede ha potuto giovare della presenza di una cuccia migliore, una corda più lunga, acqua e cibo puliti e la possibilità di sdraiarsi sull’erba.

=> Scopri il cane liberato dalle catene


Il passo successivo è stato quello di socializzare il cane, creando un legame sereno, educandolo a seguire regole e comandi. Ma offrendo anche amore e carezze. A fare il resto è stata l’introduzione di una recente legge che limita la quantità di tempo che un cane deve trascorrere a catena, seguita dalla consegna di Peanuts alla donna.

=> Scopri il cane che mastica la zampa per liberarsi


Finalmente libero dalla costrizione l’animale ha potuto correre per la prima volta, felice della libertà acquisita. Peanut è ora membro effettivo di una famiglia amorevole, grazie alla tenacia della donna, ma sono ancora tanti gli esemplari che vivono a catena corta. Nonostante la legge ne vieti l’utilizzo, passano anni interi frustrati dai cambi di stagione e senza la consolazione di un po’ di affetto.

7 settembre 2017
Fonte:
Lascia un commento