Un’esistenza complessa quella della cagnolina Sienna Rose che, nei primi sei anni della sua vita, si è scontrata con la violenza e l’abuso costante. La giovane di razza Pit Bull era stata intercettata solo un anno fa mentre vagava spaesata per le vie innevate di Baltimora, nel Maryland, in balia della solitudine e dell’abbandona. A fare la sua scoperta l’assistente sociale Crystal Baldwin, imbattutasi nella piccola mentre usciva dal lavoro in orario serale. Sienna Rose, priva completamente del tartufo, le si era parata davanti scodinzolando di gioia ed entusiasta dell’interesse suscitato nella donna. L’aveva quindi condotta verso il suo rifugio, la parte rimanente di una dimora distrutta dalle fiamme e ricoperta dalla neve. Lo spazio angusto e pericolante aveva convinto Crystal a portare in salvo la piccola, che dal rifugio locale era stata presa in cura dall’associazione Second Chance Rescue New York.

Dopo le prime visite di rito era emerso che Sienna Rose fosse stata utilizzata come oggetto durante i combattimenti tra cani, situazione che aveva condizionato la salute del suo naso reciso da un morso. Nonostante la violenza subita e la conseguente solitudine, la piccola è un cane equilibrato e gioioso che ha potuto godere di diversi stalli casalinghi. Ma a dispetto delle premesse e delle speranze, è ancora ospite dell’associazione, sempre in cerca di un’abitazione che sia per sempre. Durante questo anno di felicità Sienna Rose ha mostrato una problematica più pressante, ovvero una cecità preponderante.

La cagnolina vede solo ombre e in modo limitato, cosa che probabilmente ha decretato il suo abbandono per strada. Sienna Rose, utilizzata quasi cieca durante i combattimenti, deve aver provato terrore e paura perché incapace di difendersi dalla brutalità degli attacchi. Con il tempo la situazione deve essere peggiorata fino a condurla alla situazione attuale, dove il mondo è uno spazio scuro e difficile da sondare. Questo non ha scalfito il suo umore, sempre gioioso e felice e carico d’amore da donare. La struttura che ora si occupa di lei confida in una casa dove possa vivere come figlia unica, circondata da cure e attenzioni.

24 febbraio 2016
Fonte:
I vostri commenti
laura, venerdì 26 febbraio 2016 alle11:05 ha scritto: rispondi »

i cani ci insegnano ad AMARE ed ad andare sempre avanti

Lascia un commento