Denutrita, sola, abbandonata al proprio destino di cane randagio e anche in avanzato stato di gravidanza, una povera cagnolina di razza Pastore Tedesco è stata tratta in salvo e accolta da una coppia di anziani. I due, di casa nel quartiere Montato a Rivadavia in Argentina, si sono imbattuti nell’animale ormai allo stremo delle forze e spossato dalla gravidanza. Mossi a compassione, si sono presi cura di lei nutrendo il corpo ma anche le ferite dell’anima, regalandole quel calore che tanto le mancava. Con il tempo la cagnolina, ribattezzate Negrita, si è ristabilita e ha concluso la gravidanza dando alla luce cuccioli sani e belli. La famiglia di anziani si è presa cura anche dei piccoli che, una volta cresciuti, sono stati adottati da nuove famiglie amorevoli.

Nonostante il forte legame creatosi la coppia, ormai troppo anziana, ha creduto che per Negrita fosse meglio un proprietario più giovane. Così, dopo alcune telefonate di rito e qualche accordo con un amico di vecchia data, la cagnolina è stata affidata a un uomo di casa presso la città di Jáchal. Organizzato il viaggio con cura la piccola è stata trasferita nel nuovo alloggio. Ma Negrita, affezionatasi alla famiglia dei suoi salvatori, ha deciso di scappare solo dopo due settimane di permanenza. L’uomo spaventato ha cercato la cagnolina senza esito, comunicando la triste notizia alla coppia di anziani. Ormai data per dispersa e in fuga Negrita, diverse settimane dopo, si è presentata nuovamente a Rivadavia davanti alla casa della coppia.

Un viaggio lungo, estenuante, faticoso per la cagnolina, circa 161 chilometri segnati dalla fame e dalla sete, la piccola è giunta in uno stato di totale dimagrimento e malessere. I cuscinetti delle zampe erano completamente lacerati dal lungo viaggio, con Negrita ormai allo stremo delle forze. La famiglia, toccata dal gesto di fedeltà estrema, ha subito accolto il cane fornendole un secchio pieno d’acqua e del cibo. Negrita, dopo le prime cure, ha riposato per 24 ore di seguito ormai tranquilla e felice di aver ritrovato la sua famiglia. Nonostante l’amico di Jáchal si fosse offerto di riprendere il cane, la coppia ha deciso di provvedere alla sua felicità e di accoglierla per sempre. Lo sforzo di Negrita è stato premiato, il luogo che lei considera casa e che ha scelto l’ha accolta per sempre.

13 maggio 2015
Lascia un commento