Il cane di Bush si accuccia vicino alla sua bara

George H.W. Bush, il quarantunesimo Presidente degli Stati Uniti, è venuto a mancare lo scorso venerdì a 94 anni. Nelle ultime ore, tra i messaggi di commiato e le condoglianze dai politici di tutto il mondo, ha però fatto capolino sui media internazionali un’immagine: quella del cane guida del Presidente, un Labrador biondo.

L’animale, così come si nota dallo scatto rimbalzato più volte su Twitter, ha infatti deciso di accucciarsi nelle vicinanze della bara del suo proprietario, visibilmente triste per la scomparsa del suo compagno. Sully, questo il nome dell’esemplare, ha accompagnato il Presidente negli ultimi anni, rimanendogli vicino fino al momento della dipartita. Jim McGrath, portavoce di Bush, ha confermato la devozione del quadrupede, condividendo l’immagine accompagnata da una didascalia:

Missione compiuta.

=> Scopri il cane che veglia sulla tomba del proprietario


Il Labrador, addestrato dall’associazione VetsDogs, prima dell’incarico presidenziale ha prestato le proprie abilità in carcere, come cucciolo di supporto emotivo e di formazione per alcuni detenuti dello stato di New York. È stato quindi abbinato a Bush la scorsa estate e presentato ai media negli stessi giorni, nel corso di una visita ufficiale con l’ex Presidente Bill Clinton.

=> Scopri il cane che visita la tomba del proprietario


Il cane è stato d’aiuto per i compiti quotidiani di Bush Senior, da qualche anno affetto dal morbo di Parkinson e costretto su una sedia a rotelle elettrica. Il quadrupede è stato addestrato per recuperare oggetti caduti a terra, aprire e chiudere le porte, allertare i soccorsi in caso di necessità, aiutare la deambulazione. Dopo il servizio prestato a fianco del Presidente, Sully sarà impiegato in una nuova missione: raggiungerà il Walter Reed National Military Medical Center di Bethesda, dove assisterà militari feriti durante le missioni di guerra, aiutandoli nel loro recupero. Così come già annunciato, le immagini del Labrador hanno fatto velocemente capolino sui social network, dove sono state condivise migliaia di volte.

3 dicembre 2018
Immagini:
Lascia un commento