Non è strano che animali di specie diverse interagiscono tra loro stabilendo legami duraturi e importanti, simili a quelli di una famiglia. Esistono moltissime testimonianze che riportano esperienze di questo tipo, come ad esempio cani che accudiscono gatti, ma anche tigri. Non solo, li nutrono e allevano con cura come se fossero loro figli. La storia di Boots non fa eccezione, il simpatico cagnolone di 12 anni ha preso seriamente il ruolo di tutore trasformandosi in baby sitter per piccoli gattini trovatelli.

L’animale, testimone e reduce dell’uragano Katrina del 2005, si presenta con costanza e spontaneamente presso il rifugio Arizona Humane Society. La struttura, con sede a Phoenix, è felice della presenza di questo singolare volontario, che affianca lo staff mentre interagisce con i gattini. Il cane pare abbia sviluppato un interesse amorevole nei confronti dei piccoli felini, tutti di età tra le cinque e otto settimane.

Si avvicina sempre con cautela annusandoli serenamente, questo li aiuta a rilassarsi e tranquillizzarsi. La sua è una presenza importante, calmante e benefica per i piccoli che sono rimasti senza madre. Bretta Nelson, capo ufficio stampa dell’associazione, ha così commentato l’evento particolare:

È una grande soddisfazione per tutti coloro che sono coinvolti. A Boots piace molto. La maggior parte dei gattini lo adora. Alcuni sono spaventati all’inizio ma l’obiettivo è quello di farli abituare alla presenza dei cani […] È così rilassato. Lo portiamo lì, lui annusa tutto, anche i gattini. In questo modo possiamo osservare l’interazione fra di loro e capire quanto e come cresce il senso di tranquillità nei gatti. Alla fine, grazie a Boots, questi gattini saranno più adattabili e quindi anche più adottabili

Grazie al supporto naturale del cane la struttura spera di educare i piccoli felini alla presenza dei cani, così da aumentare per loro le possibilità di adozione. Una convivenza che possa stimolarli ad abbattere timori, ansie e paure nei confronti di Fido. Per quanto riguarda il simpatico Boots, l’avventura di supporto e babysitting prosegue in modo positivo. Il cane, che si presenta ogni mercoledì, riceve in cambio tanto affetto e amore dai piccoli orfani che spesso si acciambellano accanto al suo muso o tra le sue zampe.

29 ottobre 2014
Fonte:
Lascia un commento