Una piccola disattenzione, la corsa improvvisa per raggiungere una volpe e il cane Russell è finito nelle acque del londinese Tamigi. L’esuberante quadrupede, di razza Jack Russell, era concentrato nella cattura della sua nemica giurata, quando senza battere ciglio è finito nel fiume. Con grande lena e molta energia il cagnolino ha proseguito nella sua corsa virtuale nuotando con pieno ritmo, superando le famose Thames Barrier. Ovvero delle apposite barriere che regolano e controllano l’alta marea e le mareggiate, così da impedire che i quartieri più orientali di Londra vengano nuovamente sommersi dall’acqua come è accaduto in passato.

Di sicuro una dimostrazione atletica senza pari per un cane dalle dimensioni così ridotte, in balia delle correnti del grande fiume. Una prestazione che avrebbe abbattuto anche il più esperto dei nuotatori, ma che Russell ha affrontato con slancio. In suo aiuto sono accorsi due operai che avevano iniziato da poco il turno sul loro rimorchiatore, Guy Underwood e Kevin Reynolds allertati dalle grida del proprietario sulla riva si sono diretti verso l’animale. A bordo di una barca più piccola hanno raggiunto l’esemplare che, stremato dalla nuotata, ha accolto con entusiasmo l’aiuto.

I due, convinti di soccorrere una persona, sono rimasti a bocca aperta quando si sono imbattuti in Russell. Incredibile l’avventura vissuta dal piccolo e la prodezza di aver attraversato la barriera, una situazione davvero complessa anche per un uomo. John Pedro, proprietario del cane, lavora in una società a pochi passi dal fiume. Il quadrupede da guardia non è solito lasciare la zona del cantiere dove passa le giornate con John, neppure se il cancello rimane aperto. Ma la sua incredibile ossessione per le volpi lo ha spinto a eludere i confini di sicurezza per gettarsi nel fiume. Il suo proprietario è felice l’animale sia ritornato sano e salvo, la sua ripresa avanza constante giorno dopo giorno. Pedro si sdebiterà con i suoi salvatori offrendogli presto una pinta di birra.

16 maggio 2016
Fonte:
ITV
I vostri commenti
nenella, giovedì 16 giugno 2016 alle23:32 ha scritto: rispondi »

Il jack Russell non poteva fare altro che seguire la volpe testardo come è, è un cane che non demorde mai.

Lascia un commento