Con il passare del tempo il nostro amico cane può andare incontro a malattie, patologie, problemi motori e di sicuro l’anzianità. Un animale non più giovane fatica a muoversi, magari accumula il grasso corporeo in modo più rapido e preferisce sonnecchiare. Ma per il suo bene è importante stabilire delle regole, degli esercizi anche se minimi, da seguire con regolarità.

>>Riconosci i sintomi della displasia

Del resto con l’età il cane si imbatte nella displasia all’anca, oppure quella al gomito, l’artrosi, l’artrite reumatoide e molte altre degenerazioni date dal passare degli anni. Il rigetto nei confronti dell’esercizio fisico può risultare una conseguenza di gravi malattie cardiache, muscolari o insufficienze congenite. Ma secondo la Dr. Heidi Lobprise, medico veterinario e portavoce dell’ International Veterinary Senior Care Society, creare un ambiente stimolante favorisce un minimo di esercizio quotidiano.

Ad esempio salire e scendere le scale con calma può aiutare a mantenere le articolazioni attive. Una piccola routine da ripetere quotidianamente anche per brevi momenti, incentivando il cane con piccoli premi alimentari. Ovviamente la passeggiata quotidiana lo aiuterà a rimanere attivo, magari piccole tratte tranquille, in orari dove la temperatura è idonea per la sua salute.

>>Scopri come abituare un cane anziano a un nuovo cucciolo

Se Fido ama l’acqua l’ideale è un bel corso di nuoto per cani, oppure se è estate un tuffo veloce in acqua, ovviamente seguito da una buona asciugatura. Quattro, otto, dodici zampate in mare aiutano a fluidificare articolazioni e circolazione. Ma anche palline, frisbee e corse se il cane lo desidera e senza sforzi eccessivi. È bene effettuare pause relax per bere acqua e riposarsi, così da non affaticarlo.

>>Scopri la terza età degli animali

Per il resto è importante che il cane possieda un peso corporeo in linea con la sua razza e l’età, che unghie e corpo siano curati. Possa godere di un giaciglio morbido, in sintonia con i suoi acciacchi e che sia seguito da un veterinario così da affrontare nel modo giusto il viaggio verso la terza età.

12 giugno 2013
Fonte:
Lascia un commento