Le allergie non colpiscono solo gli umani, ma anche gli animali domestici. Sempre più di frequente, data la massiccia esposizione di cani e gatti a prodotti chimici di uso comune in casa, gli amici a quattro zampe possono sviluppare intolleranze, quasi tutte connesse a irritazioni della pelle e del manto. Ma che fare qualora si scoprisse un’allergia del proprio cane?

Il fattore più importante per intervenire tempestivamente su un’allergia canina è il riconoscimento. Se il cane dovesse grattarsi di continuo pur non essendo preso d’assalto dai parassiti, se dovesse presentare ferite da abrasione sulla pelle o dovesse guaire di continuo, è giunto il momento di una visita dal veterinario. Il medico di certo saprà diagnosticare l’allergia del cane e fornire la cura più adeguata. Ma sia a livello medicale, che pratico, vi sono quattro consigli che possono risultare molto utili nel trattamento:

  • Antistaminici: gli antistaminici sono la soluzione di preferenza per la cura delle allergie e, notizia questa non da poco, generalmente il loro costo è davvero contenuto. Il veterinario saprà sicuramente consigliare la tipologia migliore e le dosi specifiche, che ovviamente sono diverse da quelle degli umani;
  • Antibiotici: gli antibiotici si possono rendere necessari quando, oltre all’allergia, si sviluppa un’infezione opportunistica. Ad esempio, le ferite da prurito possono ospitare batteri capaci di severi effetti e, così, in questo caso gli antistaminici non sono più sufficienti;
  • Vaccini: come per gli umani, esistono vaccini anti-allergici anche per i cani. Vagliare di volta in volta l’opportunità di vaccinare il proprio amico a quattro zampe è difficile, anche per via delle possibili reazioni avverse, quindi è sempre meglio abbandonare le decisioni fai-da-te e affidarsi a un professionista;
  • Shampoo: i prodotti per la pulizia del cane possono essere ugualmente alleati e nemici della salute del cane. Uno shampoo pensato per gli umani potrebbe irritare il manto o essere la causa delle allergie, ma allo stesso tempo simili prodotti permettono di ridurre il prurito e il fastidio al nostro Fido allergico. Una buona norma è scegliere sempre prodotti ultra delicati, privi di liscianti, balsami grassi e molto altro ancora. Particolare cura richiedono gli shampoo antiparassitari, perché potrebbero essere molto aggressivi per la cute del cane

3 agosto 2012
Lascia un commento