L’adorabile cagnolina Sassy è un vulcano di energie e felicità, ma nonostante il suo entusiasmo deve fare i conti con una serie di problematiche fisiche non indifferenti. La piccola sembra una cucciola ma, in realtà, è una giovane quadrupede di quattro anni di razza Pit Bull, nata con una malformazione genetica e un forte dismorfismo. La sua condizione è il frutto di un pessimo allevamento, di incroci tra consanguinei, che hanno portato la piccola a sviluppare una forma di nanismo. Non solo, anche una serie di problematiche ossee piuttosto rilevanti: infatti Sassy ha le zampe anteriore ricurve e i plantari a papera, che non le consentono una camminata corretta, mentre ondeggia con la zona posteriore perché condizionata dalla displasia all’anca. A cui si aggiungono difficoltà respiratorie favorite da una lingua più lunga del muso, che spesso sporge dalla bocca.

Al momento della nascita la piccola è stata portata dal suo allevatore direttamente in un canile locale a New York. Un membro dello staff ha deciso di contattare Kim Bonomo, una volontaria del centro di recupero Forgotten Friends of Long Island, sperando di poter donare una nuova chance Sassy salvandola dall’eutanasia. Recuperata nel parcheggio fuori dal canile, la piccola è quindi approdata presso la sua nuova dimora, dove il team ha creato per lei una pagina Facebook per sollecitare la sua adozione. Consapevoli anche delle condizioni difficili della cucciola e della scarsa aspettativa di vita, solo tre anni.

=> Scopri tutto sul PitBull triste


Eppure Sassy è riuscita a catturare l’attenzione di molti sostenitori del gruppo, approdando presso la casa del più fortunato, Ernie Altamirano di Long Island a New York, insieme ad altri due cani salvati in precedenza dal canile e con qualche problema fisico: Chiqui Gonzalez e Dolly Parton. Prendersi cura di Sassy non è certo facile ma, a dispetto delle previsioni, ha raggiunto i quattro anni tra tanto amore e attenzioni. Non può abbaiare, a causa della conformazione della bocca, ma emette un suono a metà tra un sospiro e un battito di mascella. Possiede un forte istinto e un’intelligenza sviluppata, non può correre ma non disdegna le passeggiate brevi e i giochi con i suoi fratelli adottivi. Adora i cani di grossa taglia perché non è consapevole del suo formato e delle sue problematiche: Sassy si sente un Pit Bull completo e forte. E questa energia, mista a un carattere dolce, la spinge ad affrontare la vita con slancio e pura curiosità.

23 dicembre 2016
Fonte:
Lascia un commento