È un atto di disperazione quello che ha coinvolto, purtroppo con esiti letali, un cane in quel di Verona: forse abbandonato in casa, l’animale ha tentato la via di fuga gettandosi dal balcone della sua abitazione. L’esemplare non è purtroppo sopravvissuto ai danni causati dallo schianto.

Il tutto accade in una palazzina della città veneta, dove Kira – una cagnolina di razza Husky di due anni d’età – non ha più retto lo stato di solitudine in cui versava. Stremata dall’assenza e dall’incuria, lo scorso sabato si è lanciata dal terzo al secondo piano dell’edificio in cui viveva, atterrando sul terrazzo di una vicina. Nonostante l’intervento tempestivo dei vigili del fuoco per trarlo in salvo, il cane è morto poche ore dopo dall’incidente.

In un primo momento, i soccorritori hanno sperato la cagnolina potesse riprendersi dall’urto, nonostante le sospette fratture. Avvicinato dai vigili, l’animale è apparso stremato e assetato, tanto da bere due litri d’acqua in pochi minuti. A seguito delle prime cure, l’Husky è stato preso in carico da una clinica veterinaria privata, dove è però deceduto nella notte tra sabato e domenica. Secondo le ricostruzioni degli agenti, così come riportato dalla stampa locale, l’animale potrebbe essere rimasto in completa solitudine per una decina di giorni, considerato come nell’appartamento siano state rinvenute diverse deiezioni e altri rifiuti. La tragica decisione di lanciarsi dal balcone, perciò, sarebbe una conseguenza diretta delle forze allo stremo e della mancanza d’acqua, considerato anche come i cani siano generalmente turbati dal vuoto e poco inclini a esporsi a certi rischi.

Diverse associazioni per la difesa degli animali, tra cui LAV e la Lega Nazionale per la Difesa del Cane, sarebbero pronte a intervenire per chiarire la vicenda, in modo da verificare l’eventuale incuria del cane e le responsabilità dei proprietari. I reati contestati potrebbero essere quelli di maltrattamento, con l’aggravante della morte dell’animale.

16 luglio 2014
Fonte:
I vostri commenti
lio grippi, giovedì 17 luglio 2014 alle20:45 ha scritto: rispondi »

non prendiamolo come un tentativo di suicidio, quel cane ha solo tentato di riprendersi la sua libertà......

Roby, mercoledì 16 luglio 2014 alle21:34 ha scritto: rispondi »

Per fortuna la natura ha inventato tante punizioni per gli umani.

Lascia un commento