Il mix Collie Scafell prende il singolare nome dal luogo dove è stato trovato mentre vagava solo e affamato, ovvero la montagna Scafell Pike nel Lake District National Park in Gran Bretagna.

A fare il suo ritrovamento una coppia, Briony Beckerley e Daniel Cope, impegnati nella scalata della cima a circa 980 metri di altezza. L’animale è apparso sin da subito in una condizione di forte disagio, ansia e paura, oltre a uno stato di evidente disidratazione. La necessità di portarlo via da quel luogo isolato ha convinto i due a cercare aiuto, ma nonostante i tentativi e le chiamate nessun ufficiale locale è riuscito a prestare soccorso al cane.

Per questo, dopo circa 30 minuti di parole dolci e pazienza, Briony e Daniel sono riusciti a riportare a valle uno Scafell piuttosto diffidente, terrorizzato e timoroso. Fino a caricarlo in auto e condurlo a Maybole nello Ayrshire in Scozia, dove ora il cane è finito sotto la tutela della SPCA di Glasgow. La direttrice dell’associazione, Anna O’Donnell, ha stabilito l’età del quadrupede tra i 5 e gli 8 anni. A causa dell’assenza del microchip non è stato possibile rintracciare l’eventuale proprietario, mentre le informazioni o gli annunci riguardanti cani persi o smarriti in zona non hanno combaciato immediatamente con l’identikit di Scafell.

Ma grazie al passaparola di Twitter e dei social network le immagini di Scafell hanno raggiunto il proprietario originale che vi ha riconosciuto il suo amato Sid, un cane da pastore per pecore. L’uomo infatti è un allevatore locale della zona limitrofa alle Scafell Pike e crede che il quadrupede si sia allontanato magari seguendo qualche femmina in calore. Ovviamente tutti lo stavano cercando, quindi averlo rintracciato in Scozia e grazie al Web è stata un’incredibile sorpresa, di sicuro positiva e rassicurante. Sid ha dimostrato grande entusiasmo e gioia alla vista di Jason, assistente del suo proprietario, salendo velocemente sul furgone e pronto per tornare a casa. Come confermato anche dalla SPCA il microchip è un elemento importantissimo, Sid non avrebbe avuto problemi a trovare una nuova casa ma se avesse avuto il chip il riconoscimento sarebbe stato immediato.

26 maggio 2015
Fonte:
Lascia un commento