La vita in canile non è facile per chi è costretto a vivere in reclusione, dentro un freddo box e senza l’agio di un caldo divano. Molti i cani che vengono recuperati dalle strade, perché abbandonati o perché succubi di una vita randagia. Ma tanti sono anche i quadrupedi che, dopo un’esistenza passata in casa tra gli affetti più cari, vengono spediti in rifugio e quindi rifiutati. Le cause possono essere varie e differenti, ma un animale di affezione non potrà mai comprenderle e dimenticare il rifiuto. Per questo in molti attendono il ritorno del proprietario, nella vana speranza che possa salvarli dall’oblio dell’abbandono. In questo percorso di reclusione sono i volontari a narrare le vicende dei quadrupedi che vivono dietro le sbarre, raccontando il loro percorso di vita e la necessità di trovare nuove soluzioni. In particolare se il rifugio attua un’accoglienza solo temporanea, prima della soppressione finale.

Un esempio di questa situazione è il cane Fox, di razza mix Labrador, che da settimane vive presso il Miami Dade Animal Services Shelter. Nonostante sia molto giovane, solo tre anni, il piccolo sta lentamente scivolando nella depressione e nell’apatia. Dopo aver atteso giorno e notte che la sua famiglia ricomparisse per salvarlo, ora sembra aver ceduto alla disperazione e alla sofferenza. Le reazioni alle sollecitazioni sono minime: secondo i volontari Fox si sta lentamente lasciando andare al buio. Per questo la struttura spera in un salvataggio, in un’adozione che possa strapparlo all’abisso.

Il suo appello, che circola da prima di Natale, non ha ancora colpito al cuore nessuno, nonostante le innumerevoli condivisioni. Dall’animo gentile ed educato, Fox fatica a reagire allo sconforto, tanto da aver sollevato a malapena la testa per la foto del suo appello. La struttura invoca un miracolo, confida nell’arrivo di qualcuno di buon cuore che possa infondere nuova fiducia nell’animo di Fox. Mostrandogli una realtà migliore rispetto a quella del canile.

18 gennaio 2016
Fonte:
I vostri commenti
madi, venerdì 29 gennaio 2016 alle6:45 ha scritto: rispondi »

La mia vita per gli animali!

Lascia un commento