La piccola cagnolina Blackie, di dieci anni d’età, dopo un lungo periodo in famiglia è stata consegnata al canile Carson Animal Shelter, con sede a Gardena in California. Ma i suoi ex proprietari non si sono limitati a condurla presso la struttura, hanno messo in atto un ultimo gesto poco compassionevole. Vista la presenza di un tumore sanguinolento sulla coda, evidentemente non curato, per evitare macchie sul sedile dell’auto hanno trovato una soluzione crudele. Blackie è stata chiusa dentro un sacco di plastica per la spazzatura, legato sotto il collo per permetterle di respirare. Quindi, non paghi, l’hanno riposta dentro una scatola di cartone. Quello che ha colpito lo staff, all’arrivo presso il canile, è stata l’espressione fiduciosa e allegra della piccola. Nonostante il poco garbo e l’addio, Blackie ha sperato fino all’ultimo che quella fosse solo una scampagnata.

I suoi ex proprietari, dopo aver rifiutato di partecipare alle spese mediche per le sue cure, l’hanno lasciata lì senza voltarsi indietro. Kelly Smíšek, direttore del Frosted Faces Foundation (FFF), ha preso subito a cuore le sorti del cane è l’ha fatto trasferire presso il loro centro a San Diego. La piccola è stata subito spazzolata, lavata con cura, le sono state tagliate le unghie e infine è stata medicata e nutrita. E per tutto il tempo ha osservato il personale della struttura con totale fiducia e abnegazione, cercando con lo sguardo approvazione e amore da parte dei presenti.

=> Scopri le cause del tumore mammario nel cane


La High Valley Veterinary Hospital l’ha esaminata e visitata riscontrando un soffio al cuore, una vecchia cicatrice all’occhio e un po’ di irritazione cutanea. La massa tumorale presente sulla coda è estremamente ulcerata e difficile da curare, per questo probabilmente le verrà amputata la parte. In questo modo verrà effettuata la biopsia, per determinare la gravità della situazione.

=> Scopri il bambino che legge fiabe in canile


Per il momento Blackie si gode le cure e le attenzioni dello staff, gioca con gli altri ospiti della struttura e si fa grattare il pancino senza sosta. Non ama il collirio per gli occhi, ma la pratica è necessaria per migliorare la sua salute e, per questo, viene distratta con del cibo. Appena la sua situazione sarà stabile e chiara, verrà immessa nel circuito delle adozioni, e verrà trovata la famiglia perfetta per il suo animo delicato e amorevole.

21 aprile 2017
Fonte:
Lascia un commento