Un cane da 2 milioni di dollari. No: l’esemplare in questione non è dotato di un fiuto impareggiabile e, ovviamente, nemmeno di superpoteri. L’animale, un Mastino Tibetano, ha semplicemente catturato le attenzioni di un facoltoso compratore cinese durante un’asta di razze di lusso.

Succede a Zhejiang, in Cina, con un’asta che entra in pieno diritto nel Guinness dei Primati per l’acquisto del cane più costoso della storia. Il compratore, un cinquantaseienne di Qingdao, ha offerto ben 12 milioni di yuan pur di accaparrarsi il tanto ambito esemplare. Il Mastino Tibetano in questione proverrebbe da una generazione purissima, mai contaminata in passato con incroci più comuni. L’allevatore così ha commentato la vicenda:

I miei cani hanno il sangue del leone e sono al top fra i mastini. I Mastini Tibetani puri sono rarissimi, proprio come i nostri tesori nazionali dei panda, per questo i prezzi sono così alti.

Negli ultimi anni, questa razza di cane è diventata estremamente popolare in Cina, perché costosa e perfetto esempio di status symbol. Scelto dai cittadini più facoltosi per salotti di lusso, nonostante la stazza il mastino è particolarmente docile e di compagnia. La cura è però abbastanza difficoltosa, anche per il manto molto folto che richiede lavaggi frequenti e spazzolate continue. Un vero e proprio business in Asia, così come spiega Sui Huizheng, un imprenditore locale:

Ero solito investire in Pastori Tedeschi, ma i Mastini Tibetani sono la razza di moda oggi.

In Cina ci sono oggi 800.000 milionari e, sebbene le statistiche non siano ufficiali, pare che la gran parte di questi accudisca un Mastino Tibetano. Non è dato sapere, però, quale sarà la loro sorte una volta terminata la mania, quando un’altra razza prenderà il sopravvento. La speranza è che, nonostante i trend, questi animali non siano solo lo sfoggio di uno status symbol, ma anche dei cani particolarmente amati dai proprietari.

20 marzo 2014
Immagini:
Lascia un commento