Le candele profumate sono ideali per creare un’atmosfera rilassante in casa e per diffondere nelle stanze le nostre fragranze preferite, eliminando i cattivi odori. Acquistarle senza documentarsi sugli ingredienti, però, non è una buona idea poiché la maggior parte delle candele in commercio contiene sostanze nocive, come il benzene e il toluene, che peggiorano la qualità dell’aria all’interno degli ambienti domestici.

Oltre ad aumentare i livelli di inquinamento indoor, le candele profumate hanno un alto impatto ambientale. La materia prima utilizzata per la creazione delle candele è infatti la paraffina, un sottoprodotto del petrolio. Se amate le candele profumate e volete preservare l’ambiente e la salute evitando di esporvi a emissioni nocive, non dovete rinunciare ad acquistarle. Sarà sufficiente scegliere delle candele a base vegetale che non contengono derivati del petrolio e non emettono benzene e toluene.

In alternativa, per risparmiare e cimentarvi in un lavoretto creativo, potete realizzare le candele profumate a casa, procurandovi gli ingredienti necessari e seguendo questo semplice tutorial. Le candele profumate fai da te sono anche una simpatica idea regalo, economica, facile e veloce da realizzare.

Candela vegetale alla soia: ingredienti

  • 2 tazze di cera di soia in scaglie. Potete acquistarla nei colorifici, nei negozi di prodotti naturali o online al prezzo di 7-8 euro al chilo;
  • Una vecchia tazza da tè, un vaso o un barattolo di vetro colorato da adattare a recipiente per la candela. Approfittatene per riciclare in modo creativo vecchie ciotole in vetro, tazzine di porcellana che non usate più o per trovare finalmente uno scopo ai vasi vintage acquistati nei mercatini dell’usato;
  • Uno stoppino un po’ più lungo del recipiente scelto per la candela.
  • 5-10 gocce di un olio essenziale a scelta: vaniglia, menta piperita, zenzero, incenso o altro di vostro gradimento;
  • Una ciotola di vetro;
  • Un termometro 100 gradi per candele, lo trovate in vendita nei negozi di articoli per il fai da te o online al costo di circa 15 euro;
  • Una molletta;
  • Un paio di forbici;
  • Un mestolo di legno.

Procedimento

Versate la cera di soia nella ciotola di vetro e fatela sciogliere, tenendola per un minuto in microonde. In alternativa potete sciogliere la cera a bagno maria, posizionando la ciotola di vetro all’interno di una pentola piena di acqua bollente.

Quando la cera si è sciolta completamente, ha raggiunto la temperatura di 120 gradi Fahrenheit e ha acquistato una consistenza liscia, aggiungete 5 o 10 gocce di olio essenziale, in base alle vostre preferenze sull’intensità della profumazione.

A questo punto posizionate lo stoppino all’interno della tazza, versate due cucchiai di cera in fondo al recipiente e tenetelo fermo fin quando la cera non si solidifica. Procedete utilizzando la molletta per fissare la punta esterna dello stoppino alla tazza, mantenendolo sempre dritto e centrato. Versate lentamente nella tazza la cera rimasta nella ciotola, prestando attenzione a non scottarvi.

Lasciate riposare la candela per tutta la notte prima di spuntare lo stoppino alla lunghezza desiderata. La vostra candela profumata alla soia è pronta. Se volete potete realizzare una candela vegetale seguendo lo stesso procedimento, ma sostituendo alla cera di soia a scaglie la cera d’api in fiocchi.

27 dicembre 2014
Fonte:
MNN
Immagini:
I vostri commenti
Debora, venerdì 20 febbraio 2015 alle14:09 ha scritto: rispondi »

io ho provato a farla seguendo tutte le procedure, mantenendo anche lo stoppino dritto.. ma la candela, una volta accesa si spegne dopo pochi secondi.. come mai??

Lascia un commento