Si parla spesso del ricordo dei cani nella diagnosi delle più svariate patologie: come si è già visto in precedenti articoli, gli amici a quattro zampe possono rilevare con certezza gli stadi iniziali di alcuni tumori, come quello al seno o alla vescica, così come anche i cali glicemici del diabete. Una recente indagine condotta nel Regno Unito, però, svela quanto i cani siano importanti nel percorso medico: sono 4 volte più veloci nello scovare un tumore alla prostata rispetto alle normali analisi di laboratorio.

A comunicarlo è l’associazione no-profit Medical Detection Dogs che, da sperimentazioni interne, ha scoperto come i cani correttamente addestrati possano scoprire un cancro alla prostata con un tasso di affidabilità elevatissimo, molto di più di quanto non raggiungano i test tradizionali. Gli animali, semplicemente annusando un campione d’urina dei pazienti, rilevano l’odore sprigionato da alcune proteine che reagiscono con la massa tumorale. E sarebbero ben quattro volte più veloci rispetto all’indagine canonica, uno strumento quindi irrinunciabile per la diagnosi precoci. Prima il tumore viene scoperto, infatti, maggiori sono le chance di completa guarigione. Così spiega Claire Guest, direttore delle operazioni per Medical Detection Dogs:

Negli anni, milioni di sterline dei fondi del servizio sanitario nazionale sono stati investiti nei metodi tradizionali, ma ci sono stati blandi miglioramenti della loro affidabilità. Questo ha causato un grande spreco di risorse, per non contare l’angoscia subita dagli individui. I cani offrono una soluzione alternativa che porta a risultati consistentemente accurati.

Scovare un tumore ai suoi esordi non è affatto semplice, tanto che ai primi stadi non è infrequente imbattersi in falsi positivi, da verificare poi in seguito man mano che la patologia progredisce. Un simile processo allunga i tempi di cura del malato e allontana nel futuro il trattamento, mentre l’impiego delle capacità degli amici a quattro zampe potrebbe accorciare, e di molto, le tempistiche. L’associazione Medical Detection Dogs è stata invitata dalla Camera dei Lord del Parlamento Inglese per una dimostrazione dei suoi risultati, per verificare vi siano i presupposti per la donazione di fondi per l’addestramento dei cani o di norme che facilitino il loro ingresso nelle strutture mediche.

13 maggio 2014
Fonte:
Lascia un commento