La popolazione che vive nella Terra dei Fuochi martoriata da anni di smaltimento illegale di rifiuti tossici è esposta a un rischio più alto di tumori. La conferma è arrivata da un recente studio dell’Istituto Superiore di Sanità realizzato nell’ambito delle misure speciali disposte dal governo per la Terra dei Fuochi. I dati sono stati pubblicati nel volume “Mortalità, ospedalizzazione e incidenza tumorale nei Comuni della Terra dei Fuochi in Campania”.

Secondo i ricercatori dell’ISS in ben 55 Comuni campani si evidenzia un aumento della mortalità, dei casi di tumore e dell’ospedalizzazione. Gli scienziati individuano le cause dell’allarmante quadro epidemiologico nell’esposizione agli inquinanti emessi dalle discariche abusive disseminate sul territorio campano e gestite dalla camorra.

A esporre la popolazione campana a gravi pericoli è anche la combustione illegale dei rifiuti pericolosi e dei rifiuti solidi urbani. Il quadro tracciato dall’ISS fa emergere dati preoccupanti soprattutto per la popolazione infantile e per i residenti nelle Province di Napoli e Caserta. Nella Terra dei Fuochi il numero dei ricoveri per tumore nel primo anno di vita è superiore alla media nazionale.

Anche nella fascia 0-14 anni si registra un tasso di ospedalizzazione eccessivo a causa di neoplasie. I tumori che fanno registrare dati anomali rispetto alla media nazionale sono soprattutto quelli a carico del sistema nervoso centrale. Alla luce di questi dati allarmanti l’ISS invita il Governo ad agire in fretta per limitare l’esposizione della popolazione campana a sostanze cancerogene:

Queste osservazioni concorrono a motivare l’implementazione del risanamento ambientale e l’immediata cessazione delle pratiche illegali di smaltimento e combustione dei rifiuti.

La pubblicazione del report ha suscitato l’immediata reazione delle associazioni civiche e ambientaliste che da anni si battono per portare all’attenzione del Governo l’emergenza sanitaria nella Terra dei Fuochi. Come ha sottolineato don Maurizio Patriciello:

Non possiamo assolutamente cantare vittoria. In questa triste e vergognosa storia abbiamo perso tutto e tutti, in primo luogo il Governo.

Antonio Marfella oncologo presso l’istituto nazionale dei tumori Pascale di Napoli invoca maggiore onestà da parte delle istituzioni:

I dati dell’ISS mostrano che qui il problema dei rifiuti tossici è serio. Abbiamo da combattere ancora, ma servono persone competenti e oneste. Troppi hanno mentito sapendo di mentire.

4 gennaio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento