Legambiente ha scelto i vincitori dell’edizione 2011 del Campionato Solare, che premia le città italiane più virtuose nella promozione dell’energia pulita. Le prime tre piazze della speciale classifica sono andate quest’anno a Terento (BZ), Torre San Giorgio (CN) e Prato allo Stelvio (BZ).

Vincitore assoluto, dunque, il piccolo comune altoatesino di Terento, dove 186 impianti fotovoltaici installati sui tetti degli edifici garantiscono il 100% del fabbisogno energetico cittadino. La produzione elettrica totale si attesta sugli 834 kW, cui si aggiungono 1.800 metri quadri di pannelli solari termici che contribuiscono a ridurre ulteriormente le bollette delle famiglie.

Sul podio anche la cittadina di Torre San Giorgio, dove sono installati 3,3 MW fotovoltaici e 1.556 metri quadri di impianti termici, di cui 1.000 su un innovativo impianto a parete verticale realizzato da un’azienda locale per l’essiccazione della biomassa. In terza posizione Prato allo Stelvio, che è al 100% rinnovabile grazie ai suoi 1.100 metri quadri di pannelli solari termici e a 99 impianti fotovoltaici che producono complessivamente 5,6 MW di energia elettrica.

Due riconoscimenti speciali sono poi stati assegnati ai comuni di Padova e di Vaiano (PO), rispettivamente per il progetto di solarizzazione degli edifici comunali, grazie al quale sono già stati installati 52 impianti, e per la centrale fotovoltaica integrata realizzata in una ex discarica.

Il solare è oggi il migliore investimento nel futuro – ha commentato Edoardo Zanchini, responsabile Energia di Legambiente – Un cambiamento del modello energetico è infatti oggi possibile e a portata di mano, lo dimostrano i dati del GSE, per cui l’Italia ha superato i 10mila MW di fotovoltaico installato, ma ancora di più i Comuni vincitori del Campionato Solare.

In questi territori, sottolinea l’associazione ambientalista, il contributo degli impianti termici e fotovoltaico ha in qualche caso già superato i fabbisogni delle famiglie, grazie anche alle misure di risparmio energetico che sono state adottate. Alla base del successo dei “campioni solari”, secondo Legambiente, una formula che prevede prima di tutto l’informazione dei cittadini, ma anche la semplificazione delle regole per i progetti e il coinvolgimento delle imprese locali.

Il Campionato Solare promosso da Legambiente è realizzato in collaborazione con la Fiera Klimaenergy di Bolzano, dove oggi sono stati presentati i vincitori dell’edizione 2011. Quest’anno hanno preso parte alla gara 3.921 comuni italiani (il 48,4% del totale), cioè tutti quelli che ospitano sul proprio territorio sia impianti solari termici che fotovoltaici.

Per la maggior parte, notano gli organizzatori, si tratta di piccoli comuni con meno di 5.000 abitanti (2.260), mentre altri 1.276 sono comuni medi (tra 5.001 e 20.000 abitanti). Meno numerose, 341, le città medio-grandi, con un numero di abitanti compreso tra 20 mila e 100 mila unità. Solo 44, infine, i grandi comuni con più di 100.000 abitanti che hanno preso parte alla competizione. L’elenco completo dei partecipanti e dei vincitori è disponibile sul sito www.campionatosolare.it.

22 settembre 2011
Lascia un commento