Cambio di stagione: gli alimenti giusti per affrontarlo

L’estate è ormai un ricordo, che seppure non troppo lontano ha ormai lasciato aperta la strada all’autunno. Con il cambio di stagione sono arrivati anche i primi freddi e alcuni decisi cambi di ritmo nella routine quotidiana, tanto da generare in coloro che ne sono soggetti un vero e proprio malessere stagionale. Scegliere gli alimenti giusti da inserire nella propria dieta si rivela tra i possibili metodi per affrontare questa particolare sfida.

Chi mal sopporta il cambio di stagione è soggetto a nervosismo, stati d’ansia, sonnolenza, malinconia, ma anche a maggiori probabilità di incorrere in raffreddori e influenza rispetto agli altri. In diversi casi si tratta di Seasonal Affective Disorder (SAD), che andrà tuttavia tenuto sotto controllo per assicurarsi che non si tratti in realtà di un più profondo stato depressivo; utile in tal senso annotare la data di comparsa dei sintomi e monitorarne l’andamento fino all’eventuale scomparsa.

Gli alimenti consigliati

Sali minerali e vitamine sono le chiavi per un sicuro successo quando si affronta il cambio di stagione. Il corpo umano ha bisogno di tutti i nutrienti utili a renderlo tonico, scattante e capace di affrontare le minacce esterne. Spazio quindi a quegli alimenti, si raccomanda quelli stagionali, biologici e se possibile a km zero, che favoriscono un sonno naturale e un pieno di energie.

=> Scopri gli alimenti ideali per una dieta sciogli grassi

Tra i sali minerali che non possono mancare durante il cambio di stagione vi è il magnesio, che offre molteplici effetti positivi come quelli a beneficio di ossa (favorisce la formazione degli osteoblasti) e attività nervosa: in quest’ultimo caso contribuisce anche all’attenuamento di stati d’ansia e stress. Allo stesso tempo questo minerale si rivela utile per combattere la stanchezza cronica e nella prevenzione/risoluzione dei crampi muscolari.

Contengono buone quantità di magnesio le banane, la verdura a foglia verde, i cereali integrali, la frutta secca col guscio, i legumi, il cioccolato fondente, il sale marino grezzo e i frutti di mare. Chiaramente questi alimenti andranno opportunamente bilanciati e assunti in taluni casi con moderazione (ad esempio sale marino e cioccolato).

=> Scopri come combattere lo stress autunnale

Un supporto per l’umore arriva anche da pasta (ricca di triptofano), banane (grazie al loro contenuto di cromo), salmone e tonno (alte concentrazioni di omega-3, tutti alimenti in grado di stimolare la serotonina, anche definita “ormone della felicità”. Valido anche il supporto dell’uva, che si rivela una preziosa alleata nonché fonte di zinco (contenuto in buone quantità anche nell’avena), omega-3, vitamine D ed E.

Il loro contenuto di ferro, fosforo e potassio rende le lenticchie delle ottime alleate del benessere, garantendo una maggiore resistenza allo sforzo fisico e un aiuto per il cervello. Sì anche al miele, utile nella prevenzione e nel trattamento di mal di gola e disturbi da raffreddamento. Considerato un rimedio naturale abbinabile al latte caldo, che favorirà un miglioramento delle condizioni respiratorie e un fisiologico sonno ristoratore.

3 ottobre 2018
Lascia un commento