Il cambiamento climatico è vissuto come un problema reale, provato scientificamente, un po’ in tutto il mondo e in special modo in Europa. Il dato emerge da una ricerca svolta dall’istituto Ipsos, per conto della compagnia di assicurazioni francese Axa e resa nota in una conferenza alla Bocconi di Milano.

Circa il 75% degli intervistati, in 13 Paesi di 3 diversi continenti, ritiene che effettivamente stiamo vivendo un periodo di mutamento climatico. Il dato interessante è che, se Paesi come gli USA registrano percentuali inferiori alla media, l’Italia è al contrario quello con il maggior numero proporzionale di persone effettivamente convinte della veridicità del problema: qualcosa come l’89%.


>>Scopri perché il cambiamento climatico mette a rischio le coltivazioni di cioccolato e caffè

Cifre che potremmo quasi definire bulgare e che probabilmente sono il riflesso delle varie tragedie climatiche avvenute negli ultimi anni. Probabilmente, un’analisi sulla percezione del pericolo darebbe risultati simili.

Per più di 8 italiani su 10, inoltre, la colpa di tale mutamento del clima è da addebitarsi all’effetto antropico.

Interessante notare, poi, come per il 65% degli intervistati italiani, le compagnie assicurative dovrebbero impegnarsi a ridurre/limitare i rischi dovuti al cambiamento climatico.

Per concludere con una nostra piccola riflessione, sarebbe stato interessante chiedere agli intervistati un’opinione anche sull’operato delle istituzioni politiche del loro Paese a riguardo. La risposta sarebbe stata sicuramente interessante per la nostra classe dirigente.

21 maggio 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
AGI
Lascia un commento