I cambiamenti climatici sarebbero responsabili dell’aumento del 7% degli incidenti stradali che si è registrato nel 2015. A confermarlo uno studio dell’Università di Yale. Inizialmente i ricercatori pensavano che l’incremento degli incidenti fosse dovuto al fatto che sempre più automobilisti usano il cellulare alla guida.

=> Leggi perché i cambiamenti climatici sono colpa dell’uomo secondo studio USA

Poi hanno scoperto che le temperature elevate e i livelli di pioggia incidono in maniera forte sulle morti che avvengono a causa di collisioni automobilistiche. Gli studiosi hanno prima condotto un sondaggio sull’uso dei cellulari da parte dei conducenti, riscontrando che non c’era stato nessun cambiamento tra il 2014 e il 2015.

Poi hanno esaminato i chilometri annuali percorsi dalle persone alla guida nelle aree urbane e il rischio di morte accentuato in regioni densamente popolate. Sono così arrivati alla conclusione che le auto sono state guidate in una media superiore in un anno per ogni persona corrispondendo all’aumento delle temperature e dei livelli di pioggia.

=> Leggi i dati 2017 su clima e finanza del Global Climate Index

Il tasso di mortalità era più alto nelle aree più calde e più piovose. Si instaurerebbe una sorta di circolo vizioso: le temperature più alte spingono a percorrere più chilometri in auto, determinando maggiori emissioni di anidride carbonica, che a loro volta determinano temperature più elevate.

Il risultato finale consiste in un incremento significativo della mortalità per quanto riguarda le vittime degli incidenti stradali.

4 settembre 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento