Si avvicina il giorno della conferenza stampa dell’IPCC sul clima. Al centro dell’evento, previsto per venerdì 27 settembre alle ore 10 (orario di Stoccolma, stesso fuso orario italiano), la presentazione dell’ultimo rapporto dell’ente sui cambiamenti climatici e il futuro della Terra così come la conosciamo. Un appuntamento al quale si potrà assistere anche via internet tramite un servizio di webcast offerto proprio dal Intergovernmental Panel on Climate Change.

Sul sito ufficiale IPCC si potrà assistere alla diretta web della conferenza cliccando sul link presente sull’home page o inserendo nell’apposito spazio l’indirizzo ipcc.ch/webcast. Sulle anticipazioni diffuse nei giorni scorsi è intervenuto anche il WWF, che attraverso il direttore scientifico di WWF Italia Gianfranco Bologna fa sapere come:

Il nuovo rapporto dell’IPCC offrirà maggiore chiarezza sulla scienza del clima e maggiori certezze sulle cause dei cambiamenti climatici, evidenziando una realtà drammatica: ovvero che il pianeta si sta riscaldando a un ritmo allarmante e che questi cambiamenti di temperatura stanno già avendo serie conseguenze sia sulle persone che sulla natura.

Il nostro ambiente naturale sta lanciando un appello di sofferenza e lo stiamo ignorando a nostro rischio e pericolo. Ma se i governi agiscono ora, in modo completo e immediato, avranno la possibilità di cambiare il pericoloso percorso che abbiamo intrapreso.

A rafforzarne il punto di vista Mariagrazia Midulla, responsabile Clima e Energia del WWF Italia:

Se dobbiamo seguire le indicazioni della scienza, dobbiamo smettere di investire nei combustibili fossili e aumentare gli investimenti in energia rinnovabile sostenibile. Il WWF sta chiedendo a investitori e istituti finanziari in tutto il mondo di porre fine ai loro investimenti al carbone e aumentare quelli in energia rinnovabile e già decine di migliaia di cittadini hanno firmato la petizione della campagna globale “Ci tieni al tuo futuro? Riprenditi L’energia!”

26 settembre 2013
In questa pagina si parla di:
wwf
Fonte:
Lascia un commento