Cambiamenti climatici: pianta del caffè a rischio estinzione

Il caffè potrebbe scomparire nei prossimi decenni a causa dei cambiamenti climatici. A lanciare l’allarme lo studio “Plus One” realizzato da un gruppo ricercatori dei Royal Botanic Gardens di Kew, in Gran Bretagna, secondo il quale la pianta da cui si ricavano i tanto amati chicchi sarebbe destinata ad estinguersi entro il 2080.

Ad essere particolarmente a rischio per i cambiamenti climatici sono le piante da cui viene ricavata la famosa miscela arabica, in grado da sola di rappresentare oltre il 52% dei chicchi introdotti annualmente in Italia. La riduzione stimata dai ricercatori inglesi, in collaborazione con gli esperti etiopi, sarebbe nel 2080 compresa tra il 65 e il 99,7%.

A mettere a rischio la sopravvivenza delle specie selvatiche, da cui vengono ricavate le caratteristiche migliori per selezionare le piante destinate alla produzione, la loro scarsa adattabilità genetica ai mutamenti nel clima o alla possibile nascita di nuovi parassiti o malattie che li colpiscano. Secondo i ricercatori:

L’estinzione di caffè Arabica è una prospettiva sorprendente e preoccupante, tuttavia, l’obiettivo dello studio non era quello di lanciare sterili allarmismi. Lo scenario è certamente preoccupante ma deve essere visto più come un punto di partenza, da cui valutare appieno quali azioni sono necessarie.

8 novembre 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento