Chi ha detto che i cani non siano in grado di surfare? Non è quello che pensano a Imperial Beach, in California dove si è svolta da poco la settima competizione annuale di cani su surf. Un evento che raduna appassionati della specialità e amanti degli animali, tutti pronti a tifare per le acrobazie su onda.

Una gara che vede cani di ogni razza impegnati a cavalcare le onde, padroni dell’acqua salata e della tavola da surf. È un evento emozionate e interessante, in particolare per il tipo di coinvolgimento e il tipo di concentrazione dimostrato dai quadrupedi. I cani appaiono divertiti e attenti ai mutamenti dell’acqua sotto il loro surf.

Avvolti in un salvagente creato su misura dimostrano un’innata capacità e un ammirevole equilibrio. Le categorie per la gara sono: Small Dogs, Large Dogs, Tandem e Ultimate Champion Round. Ogni quadrupede ha 10 minuti a disposizione per cavalcare le onde, il punteggio è determinato dalle migliori due affrontate. Le caratteristiche che agevolano un buon punteggio si basano sul tipo di confidenza del cane con l’acqua, la lunghezza del percorso intrapreso con il surf a cavallo dell’onda e l’aspetto complessivo della prestazione. Alcune coreografie strepitose contemplano la presenza dei proprietari.

L’iscrizione alla gara costa dai 50 ai 55 dollari ed i proventi sono stati destinati in beneficenza alla Società Americana di Prevenzione delle crudeltà sugli animali (American Society for the Prevention of Cruelty to Animals). La gara ha richiamato l’attenzione di molti sostenitori e ben 50 cani partecipanti, entrando ufficialmente nel libro del Guinnes dei Primati.

20 giugno 2012
Lascia un commento