Caldo: dimezzata la produzione di miele in Italia

A causa del caldo a rischio la produzione di miele in Italia. Gli ultimi dati a disposizione riferiscono di una riduzione del 50% rispetto alla media. Il problema sarebbe da individuare nell’aumento delle temperature che hanno raggiunto livelli da record e nei temporali che hanno colpito il nostro Paese per tutto il corso di quest’anno.

Coldiretti ha eseguito un vero e proprio monitoraggio, prendendo in considerazione 1 milione e 200 mila alveari in Italia. I risultati che sono stati ricavati dall’indagine non sono per nulla confortanti. Già nel 2017 i dati non erano affatto buoni.

=> Leggi perché sono in arrivo 20 anni di caldo

Infatti lo scorso anno si è registrata una produzione corrispondente a circa 10 milioni di chili di miele. A detta degli esperti si tratta di una ridotta produzione con uno dei peggiori risultati mai ottenuti.

Quest’anno, con il caldo record che si è raggiunto e con le varie precipitazioni caratterizzate da tempeste d’acqua, grandine e vento, si stanno avendo dei risultati davvero molto ridotti. Le condizioni climatiche che stiamo vivendo caratterizzate da un caldo eccessivo, secondo i responsabili di Coldiretti, stanno condizionando il lavoro delle api. Proprio per questo motivo diverse varietà di miele hanno subito molti danni. Gli esponenti di Coldiretti hanno sottolineato:

Siamo di fronte a un crollo a macchia di leopardo della raccolta, dalla Sicilia all’Abruzzo, dalla Liguria alle Marche fino alla Sardegna e alla Lombardia, con punte anche dell’80% in meno rispetto alla media per alcune tipologie.

Di contro aumenta la produzione di miele che arriva dall’estero. Due barattoli di miele su tre in vendita nei nostri supermercati non possono essere considerati made in Italy, ma si tratta di prodotti che vengono importati da altri Paesi.

=> Scopri perché il miele è un aiuto naturale per prevenire l’infarto

Per questo Coldiretti sottolinea l’importanza di leggere attentamente le etichette. I consumatori possono così scegliere la provenienza del miele e, nel caso in cui non volessero acquistare miele di provenienza estera, possono rivolgersi direttamente ai produttori italiani per l’acquisto. I Paesi esteri che più sono coinvolti nell’importazione di miele in Italia sono l’Ungheria, la Romania, la Polonia e la Cina.

8 agosto 2018
Lascia un commento