Caldo e cani: rischi per le zampe dall’asfalto rovente

L’Italia è avvolta dalla morsa del caldo: in quasi tutte le regioni dello Stivale, infatti, le temperature sono ampiamente sopra la media di stagione. A soffrire maggiormente gli effetti della calura non sono soltanto bambini e anziani, i soggetti più esposti al rischio dell’afa, ma anche gli amici cani. C’è però un fattore che non viene adeguatamente preso in considerazione, ovvero quello della temperatura dell’asfalto.

A diramarne l’allarme è la Polizia Svizzera che, in una pubblicazione social rivolta agli abitanti di Zurigo, ha voluto avvisare la popolazione sui rischi conseguenti alla camminata del quadrupede sull’asfalto bollente. Poiché costantemente irrorato dal sole, il manto stradale può raggiungere delle temperature davvero elevate: con 30 gradi atmosferici, infatti, corrisponderà una misura al suolo anche di 50 o 55 gradi centigradi. Un valore che può causare seri disagi per il cane: appoggiando le zampe sulla strada, infatti, rischia di ferirsi e ustionarsi.

=> Scopri cosa fare con cani e gatti durante l’ondata di caldo


Per evitare conseguenze negative all’amico animale, in molti suggeriscono di dotarsi di apposite babbucce protettive in misura, solitamente disponibili sulla grande distribuzione o nei negozi specializzati per animali. Non tutti i cani, tuttavia, gradiscono indossare protezioni sulle zampe: alcuni si rifiutano anche in modo palese, ringhiando e abbaiando, altri faticano ad adattarsi allo strumento perdendo la loro normale andatura. Di conseguenza, il ricorso a questi prodotti deve essere sempre concordato con il veterinario di fiducia.

=> Scopri perché gli animali mangiano poco con il caldo


Fortunatamente, esistono anche molti altri consiglio che potrebbero giungere in aiuto all’amico a quattro zampe in questi giorni roventi. Innanzitutto, è bene organizzare la classica passeggiata alla mattina presto o alla tarda sera, quando l’asfalto stradale si sarà raffreddato. Ancora, se l’animale avesse bisogno di uscire nelle ore più calde per espletare alcuni dei suoi bisogni fisiologici, è bene preferire aree verdi e prati, evitando il contatto con la strada. A questo scopo ci si può organizzare per un trasporto in auto per il tragitto che separa la casa al parco o, se raggiungibile a piedi, tenere in braccio l’animale per qualche metro.

2 agosto 2018
Fonte:
Lascia un commento