Calcestruzzo luminescente trasforma l’energia solare in luce notturna

Trasformare la luce del sole in illuminazione notturna è uno dei grandi obiettivi dell’edilizia, sempre alla ricerca di soluzioni in grado di migliorare le prestazioni energetiche di edifici e infrastrutture. In questa direzione hanno deciso di spingersi Colacem e Colabeton, che insieme hanno dato vita a brightStone: si tratta di un calcestruzzo luminescente capace di offrire sia un supporto strutturale per pavimentazioni a un effetto architettonico e una fonte luminosa notturna.

La chiave di brightStone risiede nella capacità di assorbire l’energia solare durante il giorno e di emetterla sotto forma di fonte luminosa durante la notte. Il calcestruzzo luminescente è stato presentato ai visitatori anche durante la recente Fiera dell’Edilizia di Bologna, dove il ministro delle Infrastrutture Toninelli ne ha visto un utilizzo particolare sotto forma di galleria che simulava un parco notturno.

=> Scopri la strada che ricarica le auto elettriche

Come sottolineato dai suoi realizzatori la fotoluminescenza di cui è dotato brightStone rappresenta una fonte energetica pulita e rinnovabili. Risulta inoltre innocua sia per l’uomo che per ambiente circostante e si rivela una soluzione valida soprattutto per i percorsi dedicati alla “mobilità lenta”, costituita da marciapiedi, percorsi pedonali e ciclabili, situati in aree soggette a scarsa illuminazione.

La possibilità di offrire la componente luminescente in diverse colorazioni contribuisce a rendere più agevole l’integrazione di questo calcestruzzo fotoluminescente con il territorio. A facilitare l’inserimento nell’ambiente circostante anche le diverse combinazioni cromatiche e di tessitura superficiale.

19 novembre 2018
Lascia un commento