Un attacco improvviso e feroce ha decretato la morte di un cagnolino di razza Yorkshire terrier di nome Roo, a opera di un piccolo gruppo di gabbiani reali. Secondo la proprietaria Emily Vincent, il quadrupede di 8 anni è stato assalito brutalmente dai volatili che stazionavano sopra il tetto della casa, situata nei pressi di Newquay in Cornovaglia. Roo, dall’animo serafico e gentile, non avrebbe provocato l’ira dei gabbiani ma la sua è stata una morte brutale e violenta. Il cagnolino era semplicemente uscito in giardino per una passeggiata, quando i volatili lo hanno preso di mira beccandogli la testa. Testimone della crudeltà è stato il figlio Jace di soli 3 anni, che ha attirato l’attenzione della madre con urla e pianti.

Emily è quindi accorsa e ha potuto imbattersi in Roo che cercava riparo in casa, prima di crollare definitivamente. La corsa dal veterinario è stata vana, i danni cerebrali erano troppo estesi e le ferite troppo profonde perciò il cane è stato soppresso. Una situazione davvero anomala che ha lasciato sgomenta l’intera famiglia, la donna ora è preoccupata che i gabbiani possano ripetere l’accaduto contro i suoi stessi figli. Per questo ha richiesto un intervento preciso nei confronti dei volatili, ma la soppressione è esclusa perché la specie è protetta.

I gabbiani, che hanno nidificato sul tetto di casa della famiglia, forse alla vista del cane si sono sentiti minacciati e intimoriti. La reazione probabilmente è stato un gesto di protezione nei confronti del nido, ma la Vincent è certa che Roo non abbia infastidito la nidificazione. Di certo la scena finale del dopo attacco è risultata a tutti molto cruenta, vista la quantità di sangue tanto da sembrare una scena del crimine. Ma l’eventuale uccisione dei gabbiani reali sarebbe un reato ai sensi della Wildlife and Countryside Act del 1981. Nonostante le richieste il nido dovrà rimanere al suo posto come da regolamento, anche se la donna teme per la vita dei suoi figli e quella degli altri cani di casa. Questo è il secondo evento simile accaduto in poche settimane, dopo l’uccisione di un altro cane nel Devon.

16 luglio 2015
Fonte:
Lascia un commento