Il passaggio quasi quotidiano di Sharra Platt presso l’uscita Crenshaw Boulevard, lungo l’autostrada Santa Monica Freeway a Los Angeles, le ha permesso di scoprire una sorta di accampamento. Lungo la rete accanto alla strada stazionava una pila di vecchi materassi consunti, su cui dormiva un esemplare di Pit Bull. La donna, volontaria presso la Karma Rescue, si è subito resa conto della situazione di disagio generale. Il cane, dal manto bianco e nero, era solito accovacciarsi tra panni abbandonati e oggetti in disuso.

Il cane era apparso in buone condizioni, ma Sharra voleva accertarsi del suo stato di salute, avventurandosi così in un accampamento potenzialmente pericoloso. Ma la presenza di alcune donne ha convinto la Platt a presentarsi per domandare informazioni. In questo modo Sharra si è imbattuta nella cagnolina Clarissa che, nonostante godesse di buona salute, non aveva a disposizione cibo e acqua. Con la scusa di occuparsi del suo benessere in quanto volontaria, la donna ha iniziato a recarsi al campo con frequenza, portando il necessario e socializzando con Clarissa.

Il cane, piuttosto diffidente, non era molto considerato dagli abitanti del posto. Per questo, con il tempo, Clarissa ha iniziato ad allentare la tensione, accogliendo con affetto le attenzioni di Sharra. Un improvviso spostamento di tutta l’accampamento in un’altra zona di Los Angeles si è trasformato in un abbandono del cane, nonostante avessero promesso di portarla con loro e lasciandola senza cibo, acqua e riparo per tre giorni. Avvisata della situazione la Platt ha recuperato il cane e, con il consenso dell’associazione, l’ha condotta alla Karma Rescue. Un primo periodo in stallo ha mostrato tutta l’ansia e l’angoscia del cane, quindi la sua incapacità a socializzare con gli altri cani contro i quali letteralmente urlava.

Inserita in un percorso rieducativo presso la K9s Only, ha imparato velocemente regole, comandi e la possibilità di interagire positivamente. Presso la struttura ha potuto conoscere la sua futura sorella Penny, anche lei a scuola per imparare segnali e norme. L’incontro tra i due cani e la famiglia è stato così positivo che ne è diventata membro effettivo, dal momento dell’adozione vive felicemente con loro. Ma quando Sharra le fa visita Clarissa le dimostra apertamente di non averla dimenticata, riempiendola di leccate e baci.

11 febbraio 2016
Fonte:
Lascia un commento