La storia di Astra ha colpito i sostenitori del Red Hook Dog Rescue, un gruppo di volontari che si occupa di salvare i cani dal canile e dalla soppressione. In particolare le razze considerate aggressive e, per questo, osteggiate. L’associazione possiede una residenza virtuale con base a Brooklyn, New York, ma non esiste un rifugio fisico che possa ospitare questi animali. Il gruppo si affida a una rete ben collaudata di famiglie affidatarie e stalli, dove i quadrupedi soggiornano in attesa di adozione. Molte persone offrono spazio casalingo, gratuitamente o con rimborso spese, per permettere a questi cani di lasciare il canile.

Inevitabile che si crei un legame, un affetto, un sentimento in particolare da parte del cane. L’animale, finalmente strappato a una situazione di disagio, trova nell’affido/stallo una condizione di accoglienza e serenità. Molto spesso chi ospita si innamora dell’esemplare e avanza la proposta di adozione. Ma Astra non è stata così fortunata e, nella sua brevissima vita, ha dovuto affrontare ben due abbandoni. La cagnolina, dal manto bianco, è un bellissimo esemplare di mix Pit Bull, molto affettuosa e amichevole con tutti. Nei suoi soli due anni di vita ha trascorso una misera esistenza, finendo tristemente in canile dove i volontari della Red Hook Dog Rescue l’hanno recuperata.

Inserita nel circuito degli stalli casalinghi, la piccola si era affezionata alla sua nuova famiglia, dove aveva imparato il significato della parola amore. Purtroppo il destino gioca brutti scherzi e la persona che l’aveva in affido è stata costretta a riconsegnarla all’associazione. Durante il viaggio di ritorno presso il veterinario la cucciola, accortasi del nuovo abbandono, si è accucciata sul sedile dell’auto piangendo tristemente. L’immagine di una persona per strada, simile alla sua stallante, le aveva ridato momentanea gioia. Ma l’evidente errore l’aveva rigettata nello sconforto e così, raggomitolata su se stessa, aveva ripreso a piangere. L’associazione, colpita al cuore da tanto dolore, ha attivato un grande passaparola tra i sostenitori Facebook. La vicenda di Astra ha scatenato centinaia di richieste e, finalmente, la quadrupede ora ha trovato una casa definitiva. Per lei oggi la tranquillità di una vita casalinga, che sia per sempre, è diventata realtà.

13 settembre 2016
Lascia un commento