Una vita trascorsa tra le mura domestiche, al riparo e al calore di una casa: quattordici anni di puro amore e lealtà non sono bastati a salvarla dalla strada. È ciò che è accaduto a un’anziana cagnolona dal manto nero e dal muso incanutito, recuperata stanca e spossata mentre camminava per le strade di Long Island, a New York (USA). La delicata quadrupede non si è persa d’animo e ha così iniziato a cercare il suo proprietario, sicura di averlo smarrito e di non essere finita volontariamente per strada. Secondo le testimonianze, pare l’anziano cane abbia vagato per giorni e giorni, senza esito positivo alcuno.

Gert, questo il suo nome, alla fine non ha trovato la strada del focolare, ma è stata salvata dalla solitudine grazie all’intervento del Brookhaven Animal Shelter. Il rifugio per cani ha potuto così esaminare la quadrupede per stabilire le condizioni di salute, individuando anche la presenza del microchip. Nella speranza di ricongiungerla con la sua famiglia, il canile ha composto speranzoso il numero di telefono, ma per tutta risposta ha ricevuto poche parole di rifiuto. Chi ha interagito con il personale della struttura ha negato la proprietà di Gert sostenendo:

Penso tu abbia sbagliato numero.

Una vera doccia fredda per il canile e principalmente per Gert che, con i suoi occhi speranzosi e velati dall’età, ha ascoltato ogni rumore con il desiderio la famiglia tornasse a prenderla. Un storia che ha toccato i cuori di tutto lo staff e dei sostenitori della pagina Facebook del canile, incapaci di comprendere perché un animale così docile e gentile possa essere finito per strada. Ma per fortuna per Gert il lieto fine non si è fatto attendere: nonostante una serie di fattori a sfavore, la mix di razza Labrador ha trovato una nuova casa e una famiglia pronta ad accoglierla negli ultimi anni della sua vita.

15 dicembre 2015
Fonte:
I vostri commenti
gabry, lunedì 1 febbraio 2016 alle18:36 ha scritto: rispondi »

Se tutti quelli che abbandonano cani e gatti li potessi bruciare vivi lo farei subitooooooooooooo

Lascia un commento