Una vicenda dolorosa quella affrontata dalla cagnolina randagia Twinkle, scoperta mentre vagava per le strade del Messico. Sporca, sconsolata e arruffata, la piccola ha catturato l’attenzione di una famiglia di passaggio che non ha voluto ignorare la sua condizione. E così Xavier Hernandez e sua madre hanno accolto la quadrupede in auto, portandola con loro in California (USA). Un cambio radicale di vita per l’animale che sopravviveva appena. Ma al loro arrivo a casa, dopo le visite e i vaccini di rito, la famiglia ha scoperto un’incredibile novità. Twinkle aspettava dei cuccioli.

Un evento importante e bello, ma che nel caso di Twinkle avrebbe solo portato dolore e sofferenza. Le visite effettuate successivamente hanno segnalato un’anomalia e, dopo il travaglio, la cucciola ha partorito tre piccoli ma tristemente tutti morti. Così l’animale è scivolato in una fase di profondo dolore e depressione, difficile da superare. La madre del giovane, per aiutare il cane, ha deciso di acquistare tre peluche affiancandoli alla cagnolina. Un piccolo gesto empatico per affrontare la situazione, una presenza che sostiene la quadrupede in questo triste lutto.

=> Scopri il cane Barbone Nano


I tre pupazzi sono presto diventati un surrogato dei suoi cuccioli, a cui Twinkle presta attenzione e affetto. L’immagine del cane accanto ai tre peluche è stata pubblicata da Xavier via Twitter, colpendo al cuore tutti i suoi contatti.

=> Scopri la storia del Barboncino cieco abbandonato


Molte redazioni si sono interessate del caso e hanno dato visibilità alla notizia. Ci vorrà del tempo perché Twinkle metabolizzi il lutto, ma l’amore della sua famiglia la sorregge in questo arduo cammino. La cagnolina è super coccolata e protetta, e la vita da randagia è ormai un lontano ricordo. Sono tante le condizioni simili a quella vissuta dalla piccola: spesso le associazioni animaliste intervengono mettendo in contatto le famiglie di questi quadrupedi. Così da permettere a una madre che ha perso i cuccioli di allattare i piccoli di un’altra cucciolata, magari orfani da poco.

10 aprile 2017
Fonte:
Lascia un commento