Caffè: tre tazze al giorno aiutano a prevenire problemi cardiaci

Bere tre tazze di caffè al giorno aiuta a proteggere il cuore. A sostenerlo uno studio condotto dai ricercatori dell’American College of Cardiology, secondo i quali il consumo della popolare bevanda aiuterebbe a ridurre il rischio di palpitazioni cardiache, riducendo inoltre le possibilità di sperimentare un attacco cardiaco o un ictus.

=> Scopri perché bere troppo caffè fa ingrassare

Il consumo di caffè o si confermerebbe salutare e sicuro, secondo i ricercatori statunitensi, almeno fino alle 6 tazze giornaliere; anche nel caso di un’assunzione superiore alle 3 tazze al giorno i benefici supererebbero i rischi. La ricerca dell’American College of Cardiology ha preso in analisi i profili clinici di oltre 340 mila individui. Come ha affermato il dott. Peter Kistler, cardiologo, autore principale dello studio e direttore dell’Alfred Hospital and Baker Heart and Diabetes Institute:

C’è una percezione pubblica, spesso basata su esperienza aneddotica, che la caffeina sia un comune elemento scatenante per per aritmie cardiache. La nostra ricerca estesa all’interno della letteratura medica suggerisce che non sia questo il caso.

=> Leggi 10 motivi per cui il caffè fa bene

Al contrario, secondo il dott. Kistler la caffeina contenuta nel caffè proteggerebbe il cuore da fibrillazione atriale e aritmia ventricolare. In particolare la sostanza inibirebbe una molecola che stimola la fibrillazione atriale, bloccando così il più comune disturbo cardiaco in grado di portare all’arresto cardiaco. Stando a quanto affermato dai ricercatori statunitensi il limite quotidiano di assunzione relativo alla caffeina dovrebbe attestarsi sui 500 mg (anziché gli attuali 400).

17 aprile 2018
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento