Caffé: basta l’odore per stimolare il cervello e le funzioni cognitive

Anche soltanto l’odore del caffè potrebbe rivelarsi efficace per migliorare le prestazioni cognitive. A sostenerlo i ricercatori dello Stevens Institute of Technology, nello stato del New Jersey, secondo i quali anche solo l’atto di “annusare” la bevanda indurrebbe il cervello a reagire come se avesse ricevuto il corrispondente quantitativo di caffeina.

Per valutare gli effetti del caffè quando soltanto annusato i ricercatori hanno coinvolto 100 studenti in un esame di algebra, composto da 10 quesiti. Un gruppo è stato esposto all’aroma della bevanda, diffuso nell’ambiente in cui si è svolta la sessione, mentre la restante metà dei partecipanti ha svolto il test in una stanza priva di odori.

=> Scopri perché 6 caffè al giorno riducono il rischio di morte prematura

Si tratterebbe tuttavia di una sorta di “effetto placebo”, con il cervello convinto dall’odore di caffè di aver ricevuto una dose di caffeina tale da stimolare le proprie capacità cognitive. Questo spiegherebbe, secondo i ricercatori, i migliori risultati ottenuti da coloro che avevano svolto il test nella stanza “aromatizzata”. Come ha dichiarato la dott.ssa Adriana Madzharov, a capo dello studio:

Non è semplicemente l’odore di caffè ad aver aiutato le persone a ottenere prestazioni migliori, il che sarebbe comunque interessante, ma i partecipanti stessi si sono convinti di poter rendere di più e abbiamo dimostrato che questa aspettativa era in conclusione parzialmente responsabile per le loro migliori prestazioni.

20 luglio 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento