Bere 4 o 5 tazzine di caffè al giorno può essere un aiuto per ridurre la mortalità cardiovascolare. La teoria è stata sostenuta nel corso dell’evento Advances in Cardiac Arrhythmias and Great Innovation in cardiology, durante il quale a Torino si riuniscono studiosi anche internazionali.

=> Scopri i benefici del caffè per la sopravvivenza all’HIV

Sebastiano Marra, direttore del dipartimento cardiovascolare del Maria Pia Hospital di Torino, ha spiegato che varie ricerche hanno dimostrato gli effetti benefici del caffè sulla salute del cuore. Il caffè farebbe bene indipendentemente dalla caffeina. Anche 4 o 5 tazzine di decaffeinato al giorno potrebbero ridurre la mortalità per problemi di cuore a lungo termine.

Tutto sarebbe merito delle sostanze antiossidanti che sono contenute nei chicchi. Inoltre gli esperti fanno presente che chi beve caffè sul lungo periodo soffre meno di ansia, non ha la pressione alta e riesce a beneficiare di un sonno migliore.

=> Scopri perché bere caffè può impedire di dimagrire

Lo stesso discorso varrebbe per il cioccolato fondente all’85-90%. Il dottor Sebastiano Marra ha insistito soprattutto sulla prevenzione, ricordando come costituisca il fattore fondamentale per affrontare molte patologie:

Certamente possiamo affermare che negli ultimi vent’anni abbiamo a disposizione nuovi farmaci, nuove tecniche chirurgiche, che indubbiamente hanno ridotto la mortalità, ma per una buona percentuale il merito è della prevenzione ed è principalmente su questo fattore che noi medici dobbiamo impegnarci.

I dati che dimostrano i benefici del caffè si riferiscono a più di 10 mila individui. Anche uno studio francese, che ha preso in considerazione più di 200 mila persone, seguendole per 8-10 anni, ha confermato dei riscontri positivi per quanto riguarda la riduzione della mortalità legata all’abitudine di bere caffè.

27 ottobre 2017
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento