È caccia all’orso in Trentino Alto Adige, dopo il ferimento improvviso di un uomo nei pressi di Terlago, nella località Predera del comune di Vallelaghi. La vittima, a passeggio con il cane, è stato raggiunto dall’animale che lo ha assalito senza gravi conseguenze. Secondo la testimonianza dello stesso, ricoverato in ospedale per le prime cure, l’orso avrebbe agito senza nessuna provocazione di sorta. E per questo motivo, a causa questo gesto anomalo, il governatore del Trentino Ugo Rossi ha sancito la caccia all’animale.

Le prime ricerche hanno portato al ritrovamento del pelo dell’animale, che condurrà all’individuazione del colpevole. La zona è abitata da sei esemplari di sesso femminile, come ha confermato in Consiglio e in modo informale l’assessore provinciale all’Ambiente, Michele Dallapiccola.

=> Scopri gli orsi che mendicano cibo ai turisti


Ieri mattina si è tenuto un vertice tematico presso la Provincia di Trento che ha prodotto un’ordinanza, spedita in copia al ministero dell’Ambiente, che prevede una serie di interventi immediati. Dall’intensificazione del monitoraggio con l’aiuto di telecamere, la diffusione di materiale informativo con mappe e località frequentate dagli orsi. Quindi il relativo comportamento da adottare in caso di incontro accidentale, ma anche un atteggiamento prudente nei confronti dei luoghi indicati. Fino alla ricerca del presunto colpevole per l’identificazione, con relativa cattura e rimozione. Un’ordinanza che, se approvata, renderebbe le pratiche più rapide e immediate e potrebbe condurre anche all’abbattimento dell’orso stesso.

=> Scopri la storia dell’orsa Daniza


Sul posto sono presenti le guardie forestali che, con il supporto dei cani, stanno battendo l’area attraverso i cinque punti di accesso principali. Molto forte la reazione degli esperti e delle associazioni animaliste che spingono per evitare la cattura e il trasferimento, poiché potrebbe incidere sull’esistenza dell’animale e probabilmente su quella dei suoi cuccioli. Grande la solidarietà nei confronti dell’uomo aggredito, ma in tanti chiedono a gran voce di evitare il ripetersi dell’esperienza Daniza: l’orsa catturata e uccisa nel 2011, strappa ai suoi piccoli, che ha difeso fino all’ultimo.

25 luglio 2017
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Orribile uccidere un animale incolpevole! , lunedì 14 agosto 2017 alle21:50 ha scritto: rispondi »

Spero che tutti gli animalisti boicottiamo tutto cio' che attiene al Trentino :vacanze vino etc

Lascia un commento