Cacao contro la tosse, la sperimentazione nel Regno Unito

Il cacao come rimedio per curare la tosse. Il tanto amato cioccolato (meglio se fondente) potrebbe quindi rivelarsi un’efficace soluzione contro uno dei più classici e fastidiosi malanni invernali. Il merito è della teobromina, presente al suo interno nella misura del 2% circa. A sostenerlo la ricerca guidata dalla Dr. Alyn Morice, direttore della Cough Clinic dell’Università di Hull nel Regno Unito.

>> Scopri come curare la tosse con i rimedi naturali

Cacao e teobromina sono alla base di una sperimentazione che vede coinvolti 300 pazienti distribuiti su 13 ospedali della Gran Bretagna. Due volte al giorno per due settimane, ai pazienti vengono somministrate delle capsule contenenti la sostanza: i miglioramenti sono stati riscontrati nel 60% dei soggetti, siano essi affetti da tosse temporanea o cronica.

L’obiettivo della ricerca è soprattutto quello di sviluppare un farmaco in grado di contrastare efficacemente il disturbo senza però presentare gli effetti collaterali riscontrati negli attuali medicinali a base di oppiacei come la codeina. Stando a un recente studio del National Heart and Lung Institute di Londra l’efficacia di quest’ultima è inoltre risultata inferiore rispetto alla sostanza contenuto nel cacao, con la teobromina che ha mostrato una capacità di riduzione della tosse superiore del 33%.

Il Dr. Morice ha poi sottolineato come le nuove capsule oggetto della sperimentazione stiano mostrando ottimi risultati, paragonabili all’assunzione di un’intera tavoletta di cioccolato fondente al giorno e senza gli inevitabili effetti negativi sugli equilibri nutrizionali. Unico neo della ricerca sembra essere la durata dell’efficacia garantita dalla teobromina: alla sospensione della somministrazione i sintomi tendono a ripresentarsi.

In attesa che il nuovo ritrovato possa essere diffuso, contro la tosse masticare un pezzetto di cioccolata fondente può in ogni caso aiutare a calmare momentaneamente gli spasmi e donare un piccolo sollievo. Per i rischi sopra citati meglio però rivolgersi a rimedi naturali come ad esempio tisane o infusi di menta ed eucalipto. Fatte salve alcune possibili sensibilità specifiche (ipertensione, reazioni allergiche ecc.) potranno essere utilizzati con regolarità assicurando efficacia nel tempo.

13 dicembre 2012
Lascia un commento