Buste biodegradabili: Commissione Ambiente approva rinvio normativa

La normativa sulle buste biodegradabili slitterà di alcuni mesi dopo la Commissione Ambiente della Camera. Rinvio previsto per quanto riguarda la definizione dei criteri di composizione dei cosiddetti bio-shopper e la possibilità di sanzionare chi commercia buste in plastica, il cui divieto resta fissato a partire da gennaio 2011.

Il provvedimento di rinvio della normativa sui bio-sacchetti sostanzialmente permetterà la violazione del divieto di commercializzare buste di plastica fino al 31 dicembre 2013. Questo non soltanto perché a partire da quella data entreranno in vigore le nuove regole sulla composizione degli shopper ecologici e degradabili, da stabilire entro dicembre 2012, ma anche perché prima di gennaio 2014 non sarà possibile multare i trasgressori.

Soddisfazione per il rinvio da parte di AssoEcoPlast, che nelle scorse settimane aveva manifestato forti perplessità riguardo la normativa licenziata pubblicata in Gazzetta Ufficiale lo scorso gennaio. Il presidente dell’associazione Claudio Maestrini si augura però che questo rinvio serva per un tavolo di discussione che sappia in tempi rapidi operare per la definitiva regolamentazione del settore:

Le imprese del settore e i quasi 9 mila addetti auspicano che nei prossimi mesi il parlamento possa intervenire per risvegliare il settore ed impedire un notevole spreco di risorse pregiate sottratte all’alimentazione umana ed animale ed un danno ambientale.


Favorevole al rinvio anche il presidente di FareAmbiente Vincenzo Pepe:

E’ da condividere la decisione della commissione ambiente della camera e del ministro Corrado Clini di prorogare fino al 31 dicembre 2012 il termine entro il quale dovra’ essere emanato il decreto interministeriale che razionalizzi l’intero settore della produzione dei sacchetti di plastica biodegradabile.

Resta ora da attendere la risposta delle altre associazioni ambientaliste, che da molto premevano per ottenere un’approvazione in tempi rapidi di una normativa che vietasse in maniera definitiva il ricorso alla plastica per i sacchetti della spesa. Questa approvazione al contrario ne permetterà di fatto l’uso almeno per altri due anni.

9 marzo 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento