Sarà Ginevra la città nella quale si prepara a fare il proprio ingresso l’innovativo sistema di ricarica ultrarapida per autoveicoli elettrici messo a punto da ABB – Asea Brown Boveri, multinazionale con sede a Zurigo specializzata nelle tecnologie per l’energia e l’automazione.

Nel dettaglio, la società ha ricevuto un monte ordinazioni per un importo di 16 milioni di dollari da parte dell’azienda di trasporti pubblici ginevrina TPG – Transports Publics Genevois, e da HESS (azienda svizzera produttrice di veicoli commerciali e da trasporto pubblico), finalizzato alla fornitura dei sistemi di ricarica ultrarapida che equipaggeranno gli e-bus TOSA (Trolleybus Optimisation Système Alimentation) a trazione elettrica che operano sulla linea 23 della rete urbana, che collega l’aeroporto di Ginevra – Cointrin con uno dei quartieri periferici della città romanda.

Nel dettaglio ABB si occuperà di fornire ed installare un network di 13 “hub” di ricarica ultraveloce lungo il tragitto della linea urbana, oltre alle infrastrutture in tre capolinea e quattro depositi.

Il sistema sviluppato da ABB per la ricarica di veicoli elettrici detiene il “record” di velocità per un “pieno” di energia: il collegamento fra l’automezzo e la stazione di ricarica avviene in meno di un secondo e le batterie di alimentazione del veicolo richiedono appena 15 secondi, durante le fermate, per ricevere 600 kW. Al capolinea, in 4–5 minuti gli accumulatori possono essere ricaricati completamente.

La stessa ABB avrà inoltre il compito di fornire 12 sistemi powertrain (completi di motori elettrici a magneti permanenti, convertitori di trazione e dispositivi ausiliari integrati, sistemi di accumulo dell’energia cinetica che troveranno posto sul tetto di ogni bus e dispositivi di trasferimento dell’energia) per gli e-bus, oltre a programmi di manutenzione e assistenza per cinque anni.

Il progetto di messa a punto del primo sistema di trasporto pubblico a ricarica ultrarapida è stato impiegato come conseguenza diretta del programma sperimentale del bus elettrico già impiegato lungo l’autolinea che collega l’aeroporto ginevrino con il Palaexpo.

Dal punto di vista operativo, il percorso della linea 23 a nuovo sistema di ricarica ultrarapida sarà oggetto di una lieve modifica, perché dovrà consentire il collegamento veloce con il nuovo quartiere Praille-Acacias-Vernet per il quale si prevede la realizzazione di 11.000 uffici e abitazioni.

La fase di realizzazione del mega programma si concluderà nel 2018: per quell’epoca, sarano operativi i 12 e-bus che effettueranno le rispettive corse a 10 minuti l’una dall’altra. Si prevede un trasporto di oltre 10.000 passeggeri al giorno.

19 luglio 2016
Immagini:
ABB
Lascia un commento