Burro cacao: come riciclarlo

Il burro cacao rappresenta una risorsa da tenere sempre a disposizione in qualsiasi stagione, indispensabile per garantire alle labbra un’ottima protezione contro i danni causati dal sole, dal freddo, dagli agenti inquinanti. In commercio ne esistono infinite varianti, tuttavia è anche possibile preparare in casa un ottimo unguento, utilizzando ingredienti totalmente naturali e nutrienti in aggiunta al comune burro di cacao reperibile nelle erboristerie o nelle pasticcerie: dal burro di karitè al miele, passando per l’olio di mandorle dolci, di jojoba, di argan.

=> Scopri i rimedi naturali per le labbra screpolate


In ogni caso, tenere a portata di mano uno stick labbra o un vasetto di burro cacao può essere d’aiuto in una varietà di situazioni. Ecco i migliori modi per riciclare questo prodotto, sfruttandone le proprietà per fini estetici ma non solo.

Ferite, vesciche e punture d’insetto

Pelle

Un uso insolito ma efficace del burro cacao riguarda il trattamento delle piccole lesioni della pelle e delle comuni punture di insetto. Applicando un sottile strato di balsamo per le labbra su un’escoriazione, infatti, viene favorita la cicatrizzazione dell’epidermide e la rigenerazione cellulare. Il medesimo effetto benefico si ottiene anche in caso di puntura di zanzara o di altro insetto, lenendo il fastidio e il prurito che ne consegue.

Un altro possibile riciclo del burro cacao si riferisce alla prevenzione e alla cura delle fastidiose vesciche che si formano sulla pelle dei piedi, causate da calzature nuove o scomode.

Per la pelle

Naso raffreddore

Il burro cacao può diventare una risorsa anche per la cura della pelle del viso, in occasione di screpolature che si estendono anche oltre le labbra, colpendo ad esempio gomiti, ginocchia e talloni. È un vero toccasana per la pelle nella zona del naso particolarmente soggetta a secchezza e arrossamenti dovuti al raffreddore e alla congestione nasale: è sufficiente spalmare un leggero strato di prodotto dove occorre per avvertire sollievo immediato.

=> Scopri come proteggere le labbra dal sole


È anche possibile adoperare del balsamo per le labbra sul viso per proteggersi dai raggi solari, spalmando e facendo assorbire uno strato di burro cacao ovviamente in assenza di appositi prodotti con filtro e in modo occasionale.

Per le unghie

Unghie e mani

Un ottimo modo per utilizzare il residuo di uno stock labbra, inoltre, è quello di sfruttare le sue proprietà emollienti per ammorbidire le cuticole durante la consueta manicure. Diventa anche una pasta emolliente delicata per nutrire la superficie delle unghie spesso provata dall’utilizzo di smalti e prodotti aggressivi che a lungo andare mettono a dura prova la lamina ungueale.

Capelli e make-up

Capelli

Cosa fare quando lo stick labbra è ormai quasi del tutto consumato? Potrà sembrare insolito ma anche i capelli tendenti al crespo possono trarre beneficio dal burro cacao, soprattutto quando umidità e salsedine rendono i ricci secchi e ribelli basta spalmarne un po’ sul pettine o sulla spazzola da passare poi delicatamente sulle ciocche.

È anche possibile prelevare una piccolissima quantità di prodotto e applicarlo sulle sopracciglia per fissare la matita o semplicemente per creare un look scolpito e deciso. In realtà il burro cacao può essere una risorsa per fissare il make-up anche in altre zone del viso, come le guance o le palpebre in caso si fard e ombretto.

=> Scopri il burro di Karitè per il corpo


Lubrificare e lucidare

I possibili usi del burro cacao spaziano anche oltre la cura del corpo, tanto che è possibile utilizzarlo sulla superficie di alcuni tipi di calzature in come lucidante e anti opacità. Infine, rappresenta anche un ottimo lubrificante per gli oggetti di metallo.

13 febbraio 2018
Immagini:
Lascia un commento