Con il caldo estivo alle porte, si moltiplicano le occasioni per pranzi all’aperto e i pasti frugali: via libera a grigliate, cottura alla brace e chi più ne ha più ne metta. Non si tratta però di una cucina adatta a vegani e vegetariani, perché le migliori ricette alla brace sono quasi tutte a base di carne. Fortunatamente, grazie al gustoso burger vegano, si potranno unire la gioia del mangiare all’aperto con un alimentazione priva di sostanze di origine animale.

>>Scopri la carne vegana

Il burger vegano è un panino gustosissimo che di certo non farà sentire la mancanza della carne tritata: il tutto è possibile tramite la sapiente preparazione di alcune verdure, come i piselli, opportunamente cotti per avvicinarsi molto alla consistenza e alla texture della bistecca.

Ingredienti

  • 1-1/2 tazza di fagioli neri cotti e sgocciolati;
  • 1/2 tazza di riso cotto;
  • 2 spicchi d’aglio affettati;
  • 1 goccia di liquido per affumicati;
  • 1/2 cucchiaio da tè di sale;
  • 1/2 tazza di barbabietole triturate;
  • 3 cucchiai di salsa da barbecue priva di glutine;
  • 1-1/4 tazza di farina di mandorle;
  • 2 cucchiai di olio d’oliva;
  • Pane senza glutine quanto pasta.

Preparazione

La preparazione del burger vegano si divide in una fase in cucina – dove servirà il forno – e una cottura vera e propria alla brace. Si riscaldi il forno a 180 gradi, nel frattempo si foderi una teglia con la normale carta da cottura. In un frullatore, si mescolino piselli, aglio, barbabietole, riso, liquido per affumicati e il sale, evitando però di ottenere un composto semiliquido: gli ingredienti si devono mescolare, ma devono mantenere una consistenza granulosa simile alla carne tritata.

>>Scopri la dieta del panino

In una grande bacinella, si unisca il composto appena frullato con la salsa da barbecue, quindi si versi la farina di mandorla e si mescoli il tutto con le mani. Quando la consistenza è semi-solida, si formino una o più polpette, a seconda del numero di panini da preparare.

Dopo aver inumidito le estremità superiore e inferiore della polpetta – magari aiutandosi con un pennello – la si inserisca in forno per almeno 40 minuti, affinché diventi compatta e dalla superficie croccante. Fatto questo, si può passare alla finale scottatura su griglia o barbecue, proprio come se si trattasse di una bistecca. Questa fase è però molto più breve rispetto alla carne – bastano pochi secondi per lato – proprio perché gran parte della cottura è avvenuta in forno. Si inserisca, infine, il preparato nel pane e si guarnisca con verdure a piacere, dalla lattuga ai pomodori.

16 giugno 2013
Fonte:
Lascia un commento