I cittadini virtuosi che scelgono di vivere a basso impatto meritano un premio che li incentivi a continuare sulla strada della sostenibilità. Con questo intento è nata una singolare raccolta punti, sviluppata dall’Achab Group, agenzia di comunicazione che si occupa di iniziative verdi.

Gli Ecopunti saranno tra i progetti pilota protagonisti della prossima edizione di Ecomondo, in programma dal 5 all’8 novembre prossimo alla Fiera di Rimini. Il sistema è stato già testato con successo in Veneto e nelle Marche, grazie all’impegno delle amministrazioni locali. Pensate che solo nella Provincia di Venezia, dal mese di luglio a oggi, hanno aderito all’ecoraccolta 8.570 cittadini. I punti accumulati sono stati 4.135.600.

Il meccanismo è molto semplice: i cittadini che compiono azioni sostenibili ricevono dei buoni sconto da spendere nelle attività commerciali cittadine che hanno scelto di aderire al progetto. I comportamenti premiati sono diversi, tutti con un denominatore comune: ridurre l’impronta di carbonio del proprio stile di vita, contribuendo il meno possibile all’inquinamento atmosferico e al riscaldamento globale.

A essere premiate sono dunque azioni come l’acquisto di un’auto elettrica o ibrida, l’installazione dei pannelli fotovoltaici, il compostaggio domestico, gli spostamenti con i mezzi pubblici.

Ogni 200 punti si ottiene un buono sconto di 3 euro. Accumulando Ecopunti, un cittadino virtuoso può arrivare a ottenere mediamente fino a 80 euro all’anno in buoni sconto. I punti vengono accreditati in modo piuttosto semplice perché sono collegati direttamente al codice fiscale dei cittadini.

Non occorre dunque stampare il buono sconto e portarlo in negozio perché i commercianti, dal codice fiscale, sanno già quanti punti ha accumulato ogni cliente grazie alla tecnologia senza fili Rasperry Pi B+ della EcoSmartBox. Come ha sottolineato Paolo Silingardi, presidente di Achab Group, la raccolta degli Ecopunti ottiene un duplice obiettivo:

In un momento di crisi economica Ecopunti è un progetto ambientale che ha come obiettivo, oltre alla stimolazione dei comportamenti virtuosi dei cittadini, quello di sostenere l’economia locale.

3 novembre 2014
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento