Non è una palestra e neppure un centro per l’addestramento di cani da combattimento, bensì un allevamento classico dove il proprietario è molto concentrato sulla forma fisica dei suoi beniamini. Per questo motivo ha installato dieci pedane con tapis roulant dove i suoi amici corrono ogni giorno, tenendosi in ottima forma. Daniel Berbe è l’autore della singolare iniziativa sita all’interno del suo centro specializzato in Bulldog Inglesi e americani, con sede in Georgia. L’uomo ha ripreso l’attività ginnica e ha pubblicato il video, mostrando come i suoi amati cani sfruttino la camminata per tenersi in esercizio.

Fissati con un guinzaglio alla parte superiore della struttura, i cani letteralmente corrono sulla pedana in movimento, incitati dall’uomo con fischi e parole di incoraggiamento. Al contempo Daniel Berbe muove un oggetto fissato a un bastone con una corda, facendolo roteare sopra le teste dei quadrupedi e attirando l’attenzione degli esemplari sul tapis roulant. L’aggancio alla barra superiore in legno impedisce agli animali di cadere, ma la particolarità è l’assenza di elettricità. I tappeti si muovono grazie alla camminata dei cani che, quindi, possono regolare la velocità autonomamente.

L’impianto di fitness canino è stato realizzato in una zona ampia e ricca di vegetazione: accanto alla camminata sul tapis roulant, i cani possono sfruttare altre attività collaterali. Ad esempio vere e lunghe passeggiate in compagnia dell’uomo, quindi sessioni di attività natatoria. Il video, che ha totalizzato quasi 435.000 visualizzazioni, possiede molti sostenitori ma anche tanti detrattori, che accusano Daniel Berbe di crudeltà sui cani. Come sostiene lui stesso in risposta ai commenti, i suoi Bulldog corrono un massimo di 15 minuti, ma possono fermarsi quando vogliono.

Come mostrano i video pubblicati dall’allevatore, i cani possono sfruttare i laghetti di zona per un po’ di corsa in acqua, con qualche sgambata natatoria. Attirati dal giochino, che l’uomo lancia sopra le loro teste, i quadrupedi sembrano gradire l’attività.

1 agosto 2014
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento