Buccia di patata: come riciclarla

Sbucciare le patate prima di procedere con il metodo di cottura preferito è una consuetudine molto comune, tuttavia per rendere più gustose alcune ricette è spesso preferibile non eliminare le bucce per sfruttarne tutte le proprietà nutritive. Le bucce delle patate, inoltre, rappresentano una risorsa non solo in ambito culinario ma anche per la cura della casa, del giardino e per il benessere personale.

Molte delle qualità benefiche delle bucce sono dovute alla presenza di potassio, di fibre e, in misura minore, di composti vitaminici appartenenti al gruppo C. La presenza di solanina, invece, non deve destare allarmismo a meno che non si assuma un quantitativo esagerato di questa sostanza, che potrebbe rivelarsi tossica per l’organismo umano.

=> Scopri i benefici delle patate viola sul tumore al colon

/br>

In generale, se si vuole riciclare la buccia delle patate senza correre rischi, è consigliabile utilizzare tuberi di origine biologica, giunti a maturazione e privi di germogli. È anche importante conservare questi alimenti in modo tale da non esporti a fonti di luce e di calore. Ecco un elenco di possibili usi delle bucce di patata in cucina e altrove.

Bucce di patate in cucina

Patate con la buccia

Con delle patate biologiche a pasta gialla, mature e lisce, è possibile preparare un ottimo cartoccio al forno, adagiandole all’interno di fogli di carta stagnola da sigillare in modo tale da ricoprirle interamente, evitando tuttavia di far aderire l’alluminio agli alimenti. Questi “fagotti” devono essere fatti cuocere in forno caldo, preriscaldato a 200 gradi, per circa un’ora. Il condimento ideale per questa pietanza, dopo aver leggermente tagliato le bucce in modo da formare una croce, è composto da un goccio d’olio extravergine d’oliva, sale e pepe.

In giardino

Piante in vaso

Le bucce delle patate ridotte in piccoli pezzi possono essere usate per far crescere rigogliose e sane le piante d’appartamento, adoperandole come fertilizzante da interrare nei vasi. Unendo alle bucce altri tipi di scarti di origine vegetale, come i gusci d’uovo, i fondi del caffè e la stessa carta, si ottiene un compost ecologico da usare dopo circa cinque mesi dalla sua creazione.

Tisana drenante

Tisana

Per sfruttare al meglio le proprietà diuretiche delle bucce di patata è possibile usarle per preparare una tisana drenante. Il procedimento è molto semplice: è sufficiente portare a ebollizione le bucce ben lavate in acqua naturale, procedendo poi con il filtraggio del liquido che dovrebbe essere consumato il più caldo possibile.

Per la pulizia della casa

Posata

Le bucce delle patate sono molto efficaci contro la ruggine, grazie al contenuto di acido ossalico presente nella parte interna: è sufficiente strofinarle su oggetti e posate macchiate dalla ruggine e dal calcare, ma in caso di residui particolarmente ostinati che riguardano il pentolame è possibile farle bollire insieme ad abbondante acqua. Anche gli specchi di casa possono beneficiare del potenziale pulente delle bucce, strofinate sulle superfici per ottenere brillantezza senza aloni.

=> Scopri quando usare le patate per la pelle


Contro le occhiaie e le scottature

Scottatura solare

Per quanto riguarda le potenzialità delle bucce di patata come cura per piccoli disturbi della pelle, è possibile usarle per lenire scottature solari ma anche per ridurre le occhiaie e le antiestetiche borse sotto gli oggi lasciandole in posa alcuni minuti.

Per la bellezza dei capelli

Capelli sani

Poco conosciuto ma decisamente utile è l’uso delle bucce di patata per la salute e la bellezza dei capelli: a risultare benefica è l’acqua di cottura di questi elementi, da usare come ultimo risciacquo dopo lo shampoo per ottenere una chioma più scura e più forte.

18 aprile 2018
Immagini:
Lascia un commento