I broccoli come rimedio naturale per la prevenzione dell’artrite. Questo quanto sostiene l’Università dell’East Anglia, che ha individuato alcune sostanze contenute nel prezioso ortaggio in grado di contrastare il doloroso e limitante fastidio causato dalla patologia.

Il merito delle proprietà benefiche dei broccoli nella prevenzione, forse anche della cura, di artitri e artrosi è da attribuirsi al sulforafano. Quest’ultimo deriva dalla digestione di una sostanza contenuta nelle verdure crucifere (quali anche cavoli e cavoletti), la glucorafanina. Una volta trasformata nel prezioso enzima, questa molecola contrasta il danneggiamento delle cartilagini all’interno delle articolazioni.

Una prima fase della sperimentazione ha previsto l’impiego di topi, alla quale è seguita una seconda prova, questa volta su 40 pazienti umani affetti da osteoartrosi.

I volontari sono stati divisi in due gruppi da 20 individui: uno dei due riceverà per due settimane un’integrazione nella dieta di 100 grammi di broccoli al giorno a differenza dell’altro, il “gruppo di controllo”, che seguirà una normale alimentazione. Al termine del periodo i soggetti verranno operati e saranno condotte verifiche sul tessuto rimosso per valutare eventuali influenze derivate dal maggiore apporto di sulforafano.

I ricercatori segnalano infine che le integrazioni alla dieta verranno effettuate per lo più ricorrendo a una specifica tipologia di broccolo, il Beneforte, nato incrociando i broccoli “normali” con una varietà selvatica presente in Sicilia e che ha già mostrato inoltre ottime proprietà antitumorali.

2 settembre 2013
I vostri commenti
carmen pagliaccio, martedì 4 agosto 2015 alle22:00 ha scritto: rispondi »

le microonde danneggiano anche quando c´e´un recipiente apposito e si cucinano a vapore?

Lascia un commento